Informazioni sui cookie su questa pagina Web

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la sua esperienza online. Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le sue preferenze sui cookie, ipotizziamo che accetti il nostro uso dei cookie. Per ottenere maggiori informazioni o modificare le sue preferenze sui cookie, visiti la nostra politica sui cookie.

Accettare
Sccegli la piattaforma e compra
Prova un mese gratuito di carica con 10 licenze.
Per cos é l' account?
Registrati

Conferma che gli allenamenti e/o le valutazioni sono per uso personale.Stai per creare un account personale. Questo tipo di account è progettato per aiutarti a valutare e allenare le tue capacità cognitive.

Conferma che desideri accedere agli allenamenti e alla valutazioni cognitive per i tuoi pazienti.Creerai un account di gestione del paziente. Questo account è progettato per aiutare i professionisti della salute (medici, psicologi...) alla diagnosi e all'intervento di disturbi cognitivi.

Conferma che vuoi offrire allenamenti e/o valutazioni cognitive ai tuoi amici o familiari. Stai per creare un account di famiglia. Questo account è progettato affinché i tuoi familiari possano avere accesso alle valutazioni e agli allenamenti di Cognifit

Conferma che desideri accedere agli allenamenti e alle valutazioni cognitive per i partecipanti di uno studio di ricerca.Stai per creare un account di ricerca.Questo account è appositamente progettato per aiutare i ricercatori con i loro studi nelle aree cognitive.

Conferma che desideri accedere agli allenamenti e alle valutazioni cognitive per i tuoi alunni.Stai per creare un account di gestione degli alunni.Questo account è progettato per aiutare alla diagnosi e all'intervento dei disturbi cognitivi di bambini e giovani studenti.

Per uso personale (a partire dai 16 anni)

loading

Facendo clic su Iscriviti o usando CogniFit, dichiari di aver letto, compreso e accettato i Termini di CogniFit & le Condizioni di Politica di Privacy

corporativelanding_Perdida-memoria-new_social_picture
  • Accedi agli esercizi clinici di valutazione cognitiva e perdita di memoria

  • Stimola la plasticitá cerebrale e le funzioni cognitive implicate nella perdita di memoria

  • Valuta e migliora la tua menoria e altre aree cognitive

loading

Il nostro cervello utilizza diverse strutture di lavorare con diversi tipi di memoria. Le due modalitá di memoria principali sono: memoria a breve termine e memoria a lungo termine. Anche se si possono verificare disfunzioni, o di erdita di memoria in entrambe, ci concentreremo sulla memoria a Lungo Termine Dichiarativa.

    Memoria a breve termine contiene informazioni limitate per una piccola quantità di tempo.
  • Memoria a lungo termine conserva per lungo tempo un sacco di informazioni complesse. Si tratta di ciò che spesso é comunemente inteso come "memoria". A sua volta, ci sono due tipi di Memoria a Lungo Termine: La Memoria Non Dichiarativa o Implicita (andare in bicicletta, guidare) e la Memoria Dichiarativa o Esplicita, utilizzate per ricordare esperienze personali e la nostra conoscenza del mondo (come si chiama un familiare, dove hai lasciato le chiavi, chi governa il mio paese, quello che è successo cinque anni fa o cinque mesi fa).

Cos é la perdita della memoria e i sintomi

Quando ci dimentichiamo qualcosa, di solito non si tratta di "perdere" la memoria stessa, ma il nostro cervello "non riesce a trovare la via" per ricordare ciò che cerchiamo. Le dimenticanze "patologiche" si chiamano amnesie. Alcuni sintomi di perdita di memoria possono essere:

  • Perdere spesso oggetti personali.
  • Difficoltà a trovare le parole giuste.
  • Fare le stesse domande in una conversazione, o raccontare la stessa storia più volte.
  • Non ricordare di aver fatto qualcosa, come ad esempio prendere un farmaco.
  • Si diventa disorientati o ci si perde in luoghi familiari.
  • Ci si confonde di anno, o giorno della settimana.
  • Si hanno problemi a ricordare gli appuntamenti o eventi.
  • Problemi a seguire le istruzioni o a prendere decisioni.

Tipi di perdita di memoria: Transitoria o Permanente

Le perdite di memoria possono avere due forme: transitoria e permanenti.

  • La perdita di memoria ttransitoria è dimenticare le informazioni che, dopo un periodo di amnesia, torna alla nostra memoria. Se non siamo in grado di ricordare un nome, malo ricordiamo un'ora più tardi, o se non siamo in grado appena svegli di ricordare quello che è successo la notte prima dopo aver bevuto molto, si tratta di perdita di memoria transitoria.
  • La perdita di memoria permanente sarebbe l'informazione che perdiamo e non siamo in grado di recuperare. Se non siamo in grado di ricordare, anche se che qualcun altro ce lo ricorda, dove abbiamo lasciato le chiavi di casa o ci dimentichiamo che nostro fratello ci ha fatto visita la sera prima, avremmo una perdita di memoria permanente.

Cause di perdita di memoria: Problemi medici, emozionali e di etá

Ci sono diversi fattori che possono portare alla perdita involontaria di memoria a giovani e anziani.

  • Perdita della memoria a causa della salute che nella maggior parte dei casi possono essere trattati: Gli effetti collaterali di alcuni farmaci, cattiva alimentazione priva di vitamine B6, B9 e B12 può causare perdita di memoria transitoria, l'abuso di alcol, problemi alla tiroide, malattie epatiche o renali, la mancanza di ossigeno nel cervello (come nell ictus), disturbi craneoencefalici (ferite alla testa), trattamenti per il cancro (chemioterapia o radioterapia), tumori o infezioni cerebrali, problemi emotivi (come la depressione) e l'ansia (come disturbo post traumatico da stress).
  • Perdita di memoria da stress, ansia o altri problemi emotivi: Inoltre, lo stress, l'ansia e alcune conseguenze di emozioni come la rabbia possono causare la dimenticanza. Se abbiamo un incidente d'auto, lo stress può causarci perdita di ricordi di ciò che è accaduto quella mattina. Ma, in generale, queste sviste si verificano perché concentriamo la nostra attenzione su stimoli minacciosi, e togliamo importanza a ciò che ci circonda. Quindi, possiamo ricordare bene quello che ci ha prodotto quelle emozioni così intense, ma niente di quello che è successo in quel periodo. E ' il caso del Disturbo Postraumatico da Stress e del Disturbo Ossessivo-Compulsivo. In entrambi i disturbi, la persona si concentra tanto su un episodio straziante o un'ossessione, che si finisce per non ricordare nulla se non ciò che la spaventa.
  • Perdita di memoria per età e l'invecchiamento normale: Sebbene i disturbi della memoria e dimenticanze non sono esclusivi per gli anziani, è vero che sono la popolazione più sensibile atali problemi. Con l'età, la capacitá di apprendimento e la qualitá della memoria può deteriorarsianche senza la presenza di alcuna patologia. Tuttavia, quando questi problemi iniziano ad essere più gravi del normale, possiamo parlare di un Deterioramento Cognitivo Lieve o, se piú serio, di una demenza.
  • Perdita di memoria derivanti da problemi emotivi nelle persone anziane: E 'comune che le persone anziane si sentano solo per aver perso le persona amate, o non si sentono utili per aver smesso di lavorare . Con questi cambiamenti è normale che le persone anziane soffrano di disturbi emotivi come la depressione. Gli anziani depressi possono aumentare le loro dimenticanze e confondere i loro sintomi con il morbo di Alzheimer o di altri problemi di memoria. La depressione può causare gravi problemi di memoria, sia in anziani che nelle persone più giovani, ma negli anziani è essenziale realizzare una corretta diagnosi per distinguere il morbo di Alzheimer. Tuttavia, mentre i problemi di memoria nelle persone depresse potrebbero non essere così rilevanti come altre patologie bisogna affrontare al più presto i problemi emotivi che stanno soffrendo.
  • La perdita di memoria per deterioramento cognitivo lieve: Il deterioramento cognitivo lieve è un disturbo che causa la perdita di memoria, ma non impedisce allaa persona che lo soffre le attività quotidiane. Alcunistudi indicano che decadimento cognitivo lieve può essere indicatore precoce demenza tipo Alzheimer, anche se non tutti i casi di deterioramento cognitivo lieve a malattia derivano dall' Alzheime.
  • La perdita di memoriaduvuta a demenza: E' una delle questioni più importanti che riguardano gli anziani, anche se non è una normale conseguenza dell'invecchiamento. Si tratta, di solito dell' insorgenza cronica di problemi cognitivi, come problemi di memoria, linguaggio, comportamento, ecc. Ci sono diversi tipi di demenza ma la demenza più comune è il Morbo di Alzheimer.
  • La perdita di memoria causata dal morbo di Alzheimer: In questa malattia, una proteina chiamata "beta-amiloide" si accumula nei neuroni che formano placche senili, fino a paralizzare questi neuroni. Ciò provoca un deterioramento della memoria progressiva e gravi problemi di orientamento (è facile che non si sappia dove ci si trovi o che giorno sia), nel calcolo e, in generale, per svolgere le loro attività quotidiane. La gravità della malattia varia a seconda della fase in cui ci si troai. In una fase delicata, la persona con la Morbo di Alzheimer può mostrare sviste significative, perdersi in luoghi familiari, mostrare sconnessa dalle lproprie attività e conversazioni, possono avere difficoltà a sapere la data, avere sintomi di depressione e ostilità. In una fase moderata, le sviste sono più eclatanti, e possono dimenticare nomi o cose che sono successe pochi minuti prima, hanno difficoltà a fare la spesa o cucinare, arrivano a trascurare la loro igiene personale, hanno problemi di linguaggio o mostrano aggressività, tendono a perdersi e, in ultima analisi, diventano giorno dopo giorno ingestibili senza un aiuto esterno. In uno stadio avanzato, si può avere difficoltà a mangiare o capire qualsiasi cosa, non riconosce i parenti e gli amici arrivando a mostrare un comportamento inadeguato in pubblico. In questa fase, la persona diventa totalmente dipendente.

Prevenire la perdita di memoria

I fattori che sono stati più efficaci nel prevenire o rallentare la progressione del morbo di Alzheimer o di altri problemi di memoria sono: un sonno adeguato, buona dieta, l' esercizio fisico, la vita sociale attiva e attività cognitive. Il cervello agisce in modo simile ai nostri muscoli, così piú lo usiamo, più in forma sarà. Se, tuttavia, non è ben nutrito il nostro cervello, non si ossigena correttamente attraverso l'esercizio e se non usiamo le nostre capacità sociali e cognitive tenderanno ad atrofizzarsi. Per questo motivo, una vita attiva e sana può essere molto utile per la nostra memoria. Su CogniFit abbiamo una vasta gamma di attivitá scientificamente convalidate per mantenere attivo il nostro cervello e allenare le nostre abilità cognitive. Inoltre, l'attività cognitiva rafforza non solo la memoria in adulti e anziani, ma può anche contribuire a promuovere lo sviluppo delle capacità intellettuali nei bambini e nei giovani.

Con la Stimolazione Cognitiva si cerca di stimolare, allenare e rafforzare le diverse capacità cognitive delle persone, come ad esempio le funzioni di attenzione, la percezione, memoria, linguaggio e funzioni esecutive. Sono proprio queste le competenze che possono essere interessati dalla demenza e altri disturbi che comportano la perdita di memoria. Durante l'esecuzione di attività che coinvolgono diverse capacità cognitive, facciamo in modo che il nostro cervello rafforzi le sue connessioni, prevenendo il deterioramento. Tuttavia, la stimolazione cognitiva non è attività a casaccio, ma richiede alcune tecniche e una organizzazione precisa e progettata specificatamente per le esigenze del paziente. Su CogniFit si sono impegnati a personalizzare le attività per produrre al meglio eil vostro allenamento del cervello e rendere più efficace la prevenzione dei problemi cognitivi.

Inoltre, altri fattori come una buona routine del sonno la lettura frequante favoriscono la buona condizione della nostra memoria. Naturalmente, lasciare le cattive abitudini legate al bere, al fumo o altre droghe sarà vantaggioso sia per la nostra memoria che per la nostra salute generale.

Quando chiedere aiuto? Diagnosticare e valutare i problemi di memoria

E' abbastanza comune che le persone con problemi di memoria non siano a conoscenza dei propri problemi, quindi sono di solito rilevati inizialmente dai loro familiari

D'altra parte, le persone ansiose e depresse tendono a concentrarsi più sui loro errori, così spesso da sovrastimare le sviste, arrivando a pensare di avere un problema di memoria senza necessariamente essere il caso. Sempre che non sia usuale, se dimentichiamo il nome di un oggetto o di una persona con cui non abbiamo un grande rapporto, se dimentichiamo perché siamo entrati in una stanza ci dimentichiamo dove abbiamo lasciato le chiavi o ci dimantichiamo di pranzare al lavoro, non non c'è da preoccuparsi.

Tuttavia, se la persona ha problemi nello svolgimento delle attività di tutti i giorni, o si mostra confuso e disorientato, è il momento di andare dal medico. Può essere di grande interesse annotare alcune informazioni, come da quanto tempo si verificano le sviste, se sono peggiorate, che tipo di cose si dimentica e come tutto questo influisce sia a casa che nella vita sociale e lavorativa. É il medico che deve fare una diagnosi accurata e decidere se la persona in questione ha problemi di memoria o meno e, in caso affermativo, di che tipo di problema si tratta. In caso di dubbio, è sempre meglio consultare uno specialista.

La prima cosa da sapere è che avere sviste non significa che abbiamo problemi di memoria, per non parlare di avere il morbo di Alzheimer. Tutti noi dimentichiamo ed è normale (negligenza benigna). Il nostro cervello ha bisogno di dimenticare per includere correttamente le nuove informazioni

Come tratrare o palliare la perdita di memoria?

Iltrattamento della demenza deve essere fatto da un punto di vista mutidisciplinare. A seconda del tipo di demenza, della fase in cui si é e dellecaratteristiche specifiche del paziente, puó essere necessaro l' intervento del neurologo , psichiatra, medico di famiglia, internista, geriatra, infermiere, psicologo, neuropsicologo, logopedista, terapista occupazionale e fisioterapista.

Nel caso del morbo di Alzheimer, il medico curante preparerá la diagnosi e il trattamento adeguato. Inoltre si dovrebbe accompagnare questo esercizi di stimolazione cognitiva per persone con l'Alzheimer in fase iniziale . Per le fasi più avanzate, dove sono spesso utilizzati altri trattamenti. Anche se l' Alzheimer attualmente non ha cura, questi farmaci cercano di mantenere le capacità deteriorate con il progredire della malattia e alcuni problemi derivati.

Inoltre, il mantenimento di attività di prevenzione, può aiutare a rallentare la progressione della demenza, una volta diagnosticata. La combinazione di trattamento farmacologico con una corretta dieta, esercizio fisico, una corretta socializzazione e stimolazione cognitiva, sarà possibile ridurre le implicazioni della demenza nella vita quotidiana della persona che la soffre.

Come agire se un familiare ha perdite di memoria?

Se sirilevano problemi di memoria non diagnosticati in una persona conosciuta, il primo passo è quello di incoraggiarli a vedere uno specialista. Non è raro che sianoriluttanti nel ricevere aiuto, e molti pazienti non sono consapevoli dei loro problemi. Per questo motivo, dobbiamo affrontare l'argomento con pazienza e cura.

Una volta che il professionista in questione ha fatto una diagnosi, seguire le loro istruzioni. Se si tratta di una fase delicata, dobbiamo ffare in modo che la persona mantenga la sua routine a casa e socialmente. Dato che uno dei problemi principali del Morbo di Alzheimer è il disorientamento temporale, è conveniente inserire orologi e calendari in vista. Anche se l'apprendimento è ostacolato dalla malattia, si raccomanda abituarlo ad usare un' agenda in modo da non ridurre le loro attività. le persone vicine dobbiamo aiutarlo a seguire le raccomandazioni del medico, a prendere le pillole in modo corretto e a svolgere attività legate al trattamento. La diagnosi di demenza può essere molto difficile e difficile da accettare per un paziente. Pertanto, è importante fornire sostegno emotivo dalla famiglia per frendere la situazione meno dolorosa. Se vengono rilevati sintomi di depressione,si deve informare il medico o lo psicologo appena possibile.

In conclusione:

  • La dimenticanza non comporta problemi di memoria.
  • Bisogna conoscere i sintomi del Deterioramento Cognitivo Lieve e demenze come l'Alzheimer per individuarle il più prima possibile e andare da uno specialista. Tuttavia, non tutti i problemi di memoria sono legati a questi disturbi, ma anche richiedono attenzione medica.
  • Gli effetti del Deterioramento Cognitivo Lieve e demenza possono essere ridotti attraverso una buona alimentazione, esercizio fisico, un adeguato riposo, socializzazione e stimolazione cognitiva.

Inserisci il tuo indirizzo email