Sccegli la piattaforma e compra
Prova un mese gratuito di carica con 10 licenze.
Per cos é l' account?
Registrati
loading

Facendo clic su Iscriviti o usando CogniFit, dichiari di aver letto, compreso e accettato i Termini di CogniFit & le Condizioni di Politica di Privacy

La Cognizione e La Scienza Cognitiva

La Cognizione e La Scienza Cognitiva

Cognizione é il termine utilizzato quando ci si riferisce ad attivitá mentali come vedere, partecipare, ricordare e risolvere problemi. Lo studio della cognizione si basa sullo studio dei processi cognitivi che ricevono, transmittono e manipolano le informazioni.Questi processi operano in ogni momento, in stato di veglia, ed inoltre fanno parte della nostra personalitá, della nostra inteligenza e del modo in cui interaggiamo a livello sociale. Tutto considerato altro non e' che, in larga parte, capire cosa significa essere umani. Da un punto di vista biologico questi si trovano nel cervello e la psichiatria e la neuroscenza li considerano spesso relazionati con la mente.

Cosa si puó imparare sui processi cognitivi? L'introspezione, la consapevolezza che quello che stiamo facendo quando ascoltiamo, parliamo, ricordiamo ci fornisce una via per comprendere questi processi, ma non puó dire tutto, soprattutto perché l'introspezione ha un difetto principale: utilizza i processi cognitivi per studiare quegli stessi processi cognitivi. Un altro problema nello studio della cognizione é che i processi cognitivi sono privati, processi di infiltrazione, osservabili ad occhio nudo. Eppure la loro esistenza non è messa in dubbio e sono studiati scientificamente sulla base di prove indirette come entitá invisibili (per esempio le particelle sub-atomiche o dei buchi neri nello spazio) . Attraverso un ciclo di osservazione e la formulazione di ipotesi, le teorie che stanno plasmando e modificando la nostra comprensione su come cervello e mente, sono stati sviluppati.

Prima del 1960, la psicologia era dominata dal comportamentismo, un approccio che metteva in risalto la teoria dell'apprendimento e del condizionamento come mezzo per adattarsi all'ambiente e che deleggittimava lo studio basato sulle esperienze personali osservabili . Il comportamentismo vedeva l'uomo soprattutto come un passivo, un organismo vuoto plasmato dall' ambiente

Dal 1960 la nostra comprensione della cognizione e dei nostri processi cognitivi á stata esplosiva. Il 1960 ha portato avanti nuove teorie nei settori della percezione, attenzione, memoria, linguaggio e del problem solving e nel modo in cui questi processi cognitivi influenzano il nostro comportamento osservabile depression. Queste nuove teorie, da allora, gli esseri umani sono ritratti come organismi intelligenti, dotati di risorse mentali ricche e vaste che usavano per impegnarsi attivamente e selettivamente nel trattamento delle informazioni, al fine d' interagire con l'ambiente. L'ambiente é rimasto importante, ma non é piú una fonte di spiegazione. Invece é diventata la fonte d'informazione. Le informazioni nell'ambiente sono importanti solo se vengono selezionate, codificate, immagazzinate e utilizzate dall'organismo umano. La psicologia cognitiva studia i processi cognitivi della percezione, attenzione, la ritenzione temporanea e permanente, la comprensione del linguaggio, la conservazione e la produzione, l'apprendimento concettuale e il ragionamento, il problem solving, il ragionamento deduttivo, così come l'apprendimento delle capacità motorie e di automatizzazione. Data l'onnipresenza dei processi cognitivi nella nostra identità umana sono stati studiate con un gran numero di approcci. In neurologia e psichiatria, ma anchein filosofia, in antropologia e nell'informatica; e sono solo alcuni esempi.

La scienza cognitiva del 21· secolo é in gran parte un dominio multidisciplinare e lo studio del cervello, utilizzando le tecnologie sempre crescenti della neuroimmagine e della neuro-ricerca, ha permesso agli scienziati di aggiungere importanti conoscenze fisiologiche alla nostra comprensione dei processi mentali. L'esplorazione delle regioni del cervello, delle funzioni cerebrali e dell'organizzazione del cervello, associate allo studio dei processi cognitivi, oggi sono comuni e la sfida principale per la scienza cognitiva e per la scienza neurocognitiva lo sviluppo di teorie esplicative integrate con i fattori neurocognitivi, ambientali, neurofisiologici, neurorganizativi, della neurogenetica e dello sviluppo neurologico.

Inserisci il tuo indirizzo email