Informazioni sui cookie su questa pagina Web

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la sua esperienza online. Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le sue preferenze sui cookie, ipotizziamo che accetti il nostro uso dei cookie. Per ottenere maggiori informazioni o modificare le sue preferenze sui cookie, visiti la nostra politica sui cookie.

Accettare
Sccegli la piattaforma e compra
Prova un mese gratuito con 10 licenze.
Per cos é l' account?
Benvenuto su CogniFit! Benvenuto su CogniFit!

Conferma che gli allenamenti e/o le valutazioni sono per uso personale.Stai per creare un account personale. Questo tipo di account è progettato per aiutarti a valutare e allenare le tue capacità cognitive.

Conferma che desideri accedere agli allenamenti e alla valutazioni cognitive per i tuoi pazienti.Creerai un account di gestione del paziente. Questo account è progettato per aiutare i professionisti della salute (medici, psicologi...) alla diagnosi e all'intervento di disturbi cognitivi.

Conferma che vuoi offrire allenamenti e/o valutazioni cognitive ai tuoi amici o familiari. Stai per creare un account di famiglia. Questo account è progettato affinché i tuoi familiari possano avere accesso alle valutazioni e agli allenamenti di Cognifit

Conferma che desideri accedere agli allenamenti e alle valutazioni cognitive per i partecipanti di uno studio di ricerca.Stai per creare un account di ricerca. Questo account è appositamente progettato per aiutare i ricercatori con i loro studi nelle aree cognitive.

Conferma che desideri accedere agli allenamenti e alle valutazioni cognitive per i tuoi alunni.Stai per creare un account di gestione degli alunni.Questo account è progettato per aiutare alla diagnosi e all'intervento dei disturbi cognitivi di bambini e giovani studenti.

loading

Per uso personale (a partire dai 16 anni). I bambini minori di 16 anni possono utilizzare la piattaforma di CogniFit per Famiglie.

Facendo clic su Iscriviti o usando CogniFit, dichiari di aver letto, compreso e accettato i Termini di CogniFit & le Condizioni di Politica di Privacy

corporativelanding_STUDY-COGNITIVE-TRAINING-ADULTS-ID-DD_social_picture

CogniFit: Effetti promettenti negli gli adulti con disabilità intellettuali

Pubblicazione scientifica sull'allenamento cognitivo negli adulti con disabilità intellettuale o di sviluppo

Questa pagina è solo informativa. Non vendiamo alcun prodotto che tratti malattie. I prodotti di CogniFit per la cura di malattie si trovano attualmente in processi di convalida. Se sei interessato visita la Piattaforma di ricerca CogniFit
  • Gestire facilmente i pazienti della ricerca dalla piattaforma per i ricercatori

  • Valuta e allena fino a 23 abilità cognitive ai partecipanti al tuo studio

  • Controlla e confronta lo sviluppo cognitivo dei partecipanti per i tuoi dati del tuo studio

Inizia ora
loading

Nome originale: Computer-Based Cognitive Training for Individuals With Intellectual and Developmental Disabilities: Pilot Study.

Autori: James Siberski1, Evelyn Shatil2, Carol Siberski3, Margie Eckroth-Bucher4, Aubrey French5, Sara Horton6, Rachel F. Loefflad7 y Phillip Rouse8.

  • 1. Assistant Professor Gerontology, Misericordia Univesristy, Dallas, PA, USA.
  • 2. Chief Scientist, Head of Cognitive Science, CogniFit Inc, Haifa, Israel.
  • 3. Private practice Geriatric Care Manager, Nanticoke, PA, USA.
  • 4. Professor Department of Nursing, Bloomsburg University, Bloomsbur, PA, USA.
  • 5. Program specialist at the Institute for Human Resources and Sevices, Kingston, PA, USA.
  • 6. Social Worker, Long Term Care, West Wyoming, PA, USA.
  • 7. Recreational Therapist, Dallas, PA, USA.
  • 8. Private Practice License Psychologist, Sunbury, PA, Usa.

Rivista: American Journal of Alzheimer’s Disease & Other Dementias (2015), vol. 30 (1): 41-48.

Cita quest' articolo (formato APA):

  • Siberski, J., Shatil, E., Siberski, C., Eckroth-Bucher, M., French, A., Horton, S., Loefflad, R.F., & Rouse, P. (2015). Computer-Based Cognitive Training for Individuals With Intellectual and Developmental Disabilities: Pilot Study. Am J Alzheimers Dis Other Demen, 30 (1), pp.41-48.

Conclusione dello studio

L'allenamento cognitivo personalizzato di CogniFit è un programma promettente per migliorare le prestazioni cognitive negli adulti con disabilità intellettuali o di sviluppo attraverso 20-30 minuti al giorno, 3 giorni alla settimana per 10 settimane. Memoria visiva, p=.003; Pianificazione, p=.009; Monitorizzazione, p=.017 (Si α=.05 ó α=.1)

Sintesi dello studio

Questo studio ha voluto verificare come l' allenamento cognitivo personalizzato influenza le abilità cognitive degli adulti con disabilità intellettiva (ID) o disabilità dello sviluppo (DD) alle sue capacità cognitive.

Quindici abilità cognitive sono state valutate in 32 persone con ID/DD. I partecipanti sono stati suddivisi in tre gruppi:

  • 11 persone nel gruppo di allenamento cognitivo computerizzato di CogniFit.
  • 11 persone nel gruppo di controllo con videogiochi.
  • 10 persone nel gruppo di controllo della lista di attesa odi attività quotidiane.

Nonostante l'elevata adesione allo studio, il numero di partecipanti era molto basso e i risultati (sia intra- che inter-gruppo che) non furono significativi quando venne applicato un livello di requisito elevato del α (α=.001). Tuttavia, applicando livelli un po' più permissivi di α, 11 delle 15 abilità cognitive mostrarono un miglioramento significativo nel gruppo di allenamento cognitivo computerizzato. Si stima che, con un campione rappresentativo, i dati potrebbero raggiungere livelli statisticamente significativi.

Questi dati sono promettenti e potrebbero essere una buona base per uno studio futuro in cui viene utilizzato un campione più grande. Se questo fosse confermato, verrebbe dimostrata l'importanza che ha l'uso dell'allenamento cognitivo computerizzato, come quello offerto da CogniFit, da parte di persone con ID/DD.

Contesto

La disabilità intellettuale e la disabilità dello sviluppo (come l'autismo o la paralisi cerebrale) comportano una serie di difficoltà molto eterogenee che si traducono in un disavanzo nel comportamento adattativo rispetto al resto della popolazione. Negli Stati Uniti, si stima che il 5% dei bambini nella scuola primaria o secondaria abbia qualche forma di ID/DD.

Nel caso degli adulti, le informazioni sono più scarse, ma i dati suggeriscono che la percentuale degli adulti con disabilità intellettiva è dello 0,5%, mentre la percentuale di adulti con disabilità dello sviluppo è dello 0,4%. Queste disabilità possono avere un impatto significativo a livello personale, familiare e sociale.

C'è un crescente interesse per migliorare le capacità cognitive attraverso strumenti computerizzati come CogniFit. Nonostante questo, è comune che queste persone non abbiano accesso a questi strumenti. Questo è spesso dato dalla convinzione errata che non sono in grado di utilizzare un computer.

È importante cambiare questa concezione, perché le persone con ID/DD hanno un rischio uguale o maggiore di soffrire di qualche tipo di disturbo cognitiva. Da ciò deriva la necessità di verificare il beneficio dell'allenamento cognitivo computerizzato nelle persone con disabilità intellettuali o di sviluppo.

Metodologia

Participanti

Furono selezionati 32 partecipanti tra 145 adulti con disabilità intellettuali o disabilità di sviluppo che frequentavano un centro di riabilitazione specifico per persone con questi problemi. Lo studio fu condotto nello stesso centro, situato in una città al nord-est della Pennsylvania, Stati Uniti.

I criteri di inclusione per partecipare allo studio erano:

  • Avere una diagnosi di ID/DD.
  • Essere maggiore di 21 anni.
  • Buona salute
  • Essere un dipendente retribuito dell'officina.
  • Voler partecipare spontaneamente allo studio.

Al contrario, i criteri di esclusione erano:

  • Mancanza di interesse per l'utilizzo di un computer.
  • Incapacità di stare seduti davanti un computer per 25-30 minuti .
  • Incapacità di vedere chiaramente immagini sullo schermo del computer.

Ai partecipanti furono spiegati gli obiettivi e i requisiti dello studio. I tutori dei partecipanti firmarono il consenso. Il comitato della Misericordia University approvò la procedura per questo studio.

Proggetto

Fu applicato un disegno cieco e randomizzato con intervento per questo studio. Furono assegnati in modo casuale a uno dei tre gruppi:

  • Gruppo di allenamento cognitivo computerizzato (con CogniFit).
  • Gruppo di controllo con videogiochi.
  • Gruppo di controllo della lista d'attesa.

I partecipanti non sapevano a quale gruppo appartenessero, mentre i ricercatori possedevano queste informazioni. Infatti, le attività del gruppo di controllo con i videogiochi furono progettate in modo da assomigliare a quelle del gruppo di allenamento cognitivo. La durata delle sessioni, l'aspetto delle attività, la valutazione pre e post trattamento erano identiche in entrambi i gruppi.

Procedimento

Innanzitutto, venne utilizzato il TONI-3 (dall'inglese Test of Non-verbal Intelligence , terza edizione) per valutare il livello globale di intelligenza di ciascuno dei partecipanti.

Dopo di che, fu realizzato una valutazione neuropsicologica attraverso la valutazione cognitiva di CogniFit. Per evitare l'effetto di apprendimento, lo strumento diCogniFit applica automaticamente versioni di stimoli e attività distinte per ogni valutazione. Inoltre, è stato convalidato scientificamente. Questa valutazione consisteva in 15 compiti che misurano 15 abilità cognitive.

Infine, furono applicati gli interventi. Vennero eseguiti nel centro di riabilitazione, ma ogni gruppo in una stanza diversa. Gli interventi durarono 10 settimane e consistevano in 3 sessioni settimanali di 20-30 minuti ciascuna.

Gruppo di controllo con videogiochi

I partecipanti a questo gruppo realizzarono attività svolte appositamente per questo studio. Queste attività pretendevano assomigliare nell'aspetto e nella durata a quelle di CogniFit, ma non disponevano di alcune delle loro caratteristiche più rilevanti per l'allenamento cognitivo: non si adattavano al livello dell'utente, in nessuna delle attività richiedeva una risposta rapida o di assistere contemporaneamente a più stimoli. Pertanto, si potrebbe dire che funzionava come un placebo, anche se permetteva un certo grado di allenamento.

Gruppo di controllo della lista di attesa o attività quotidiane

Questo gruppo mantenne il proprio orario e le attività abituali. Queste consistevano nella maggior parte dei casi in realizzare laboratori, mangiare in una sala da pranzo comune, avere qualche ora di riposo durante la mattina e la sera, ecc.

Analisi

Le analisi statistiche furono effettuate tramite SPSS 17. Per misurare le differenze intra-e inter-gruppo nelle 15 abilità cognitive studiate, furono usati modelli e effetti misti (con effetti fissi e casuali) per misure ripetute, con un modello separato per ciascuna variabile.

Risultati e conclusioni

I risultati mostrarono che non esistevano differenze statisticamente significative tra i punteggi delle capacità cognitive nella valutazione pre-allenamento e nei punteggi post-allenamento. In effetti, nessuno dei 15 confronti intra-o inter-gruppo era significativo (p> .001). Pertanto, né il gruppo di allenamento cognitivo, né i gruppi di controllo, mostrarono alcun miglioramento rilevante delle proprie abilità cognitive dopo l'allenamento.

Tuttavia, quando si utilizzano criteri meno rigorosi (p <.05 e p <.1), il gruppo sperimentale mostra effetti significativi in ​​11 delle 15 abilità cognitive, rispetto alla valutazione iniziale (Memoria visiva, p=.003; Pianificazione, p=.009; Monitoraggio, p=.017). Applicando questi criteri, ci sono stati anche effetti significativi in ​​4 delle 15 abilità cognitive, nei gruppi di controllo. Questi dati sono molto interessanti per questo tipo di studio, soprattutto quando è stato utilizzato un piccolo campione (il che può contribuire al fatto che i risultati non siano significativi con un livello così rigoroso). Attraverso la D di Cohen, fu osservato che la dimensione dell'effetto tra i post-test e il pre-test nel gruppo sperimentale era:

  • Media (D di Cohen tra .58 e .72) nelle seguenti capacità cognitive: monitoraggio, pianificazione, riconoscimento, tempo di risposta, flessibilità cognitiva, percezione spaziale, memoria visiva e scansioni visive.
  • Piccola (D di Cohen era .44, .37 e .41) in denominazione, percezione visiva e memoria di lavoro, rispettivamente.

Pertanto, i risultati di questo studio non sono significativi, probabilmente a causa della piccola dimensione del campione. Questa limitazione rende i risultati di questo studio pilota non rappresentativi. Nonostante questo, i dati sono incoraggianti. Si prevede che, quando verrà svolto questo stesso esperimento con un campione più grande, i risultati saranno significativi. Inoltre, 11 delle abilità cognitive studiate sono significative quando si applicano criteri meno restrittivi (P <.05 e P <.1). Questo ci porta a credere che CogniFit può essere un ottimo strumento per lavorare sulle abilità cognitive delle persone con disabilità intellettiva o disabilità dello sviluppo.

Inserisci il tuo indirizzo email