Sccegli la piattaforma e compra
Prova un mese gratuito di carica con 10 licenze.
Per cos é l' account?
Registrati
loading

Facendo clic su Iscriviti o usando CogniFit, dichiari di aver letto, compreso e accettato i Termini di CogniFit & le Condizioni di Politica di Privacy

La depressione e la menteLa depressione e la mente

La depressione e la mente

A volte tutti noi ci sentiamo tristi, infelici e disperati. La depressione maggiore (Disturbo Depressivo Maggiore) é una intensificazione di questi sentimenti, per periodi di tempo della durata di settimane o anche di piú. Esso é accompagnato da un profondo senso di perdita, frustrazione e rabbia. Secondo Pubmed Health, i sintomi della depressione maggiore posso includere alcuni o tutti i seguenti:"agitazione, irrequietezza e irritabilitá; drastico cambiamento di appetito, spesso con aumento di peso o perdita; significativi problemi di concentrazione, stanchezza e mancanza di energia, sentimenti di disperazione e impotenza, sentimenti di inutilitá, l'odio di sé, e senso di colpa, la tendenza a diventare ritirati o isolati, perdita di interesse o piacere nelle attivitá che una volta erano piacevoli, pensieri di morte o di suicidio e disturbi del sonno o sonno eccessivo\. La depressione maggiore, con la sua varietá di sintomi, interferisce con il funzionamento della vita quotidiana, in misura molto significativa in tutti i contesti possibili: relazioni personali, lavoro, scuola e famiglia.

Cambiamenti della struttura del cervello sono sempre stati associati con depressione maggiore. In particolare, in uno studio longitudinale di tre anni, rispetto ai controlli, i pazienti con depressione mostrano una riduzione nella densitá della materia grigia del cingulum, dell'ippocampo anteriore, a sinistra dell' amigdala e della corteccia prefrontale e dorsomediale destra. I pazienti nel corso di 3 anni hanno avuto un declino del volume nell'ippocampo sinistro, dal sinistra cingolo anteriore alla corteccia dorsomediale e prefrontale sinistra, nella corteccia prefrontale dorsolaterale bilateralmente.

Il deterioramento della struttura cerebrale é accompagnato dal declino delle funzioni cognitive. Il rallentamento cognitivo si osserva di solito con la riduzione della vigilanza, della flessibilitá, dell'attenzione sostenuta e divisa. Sembra anche che la gravitá della depressione e il declino cognitivo risultino significativamente associati con il funzionamento psicosociale. Profili neurocognitivi individuali differiscono per quanto riguarda il carattere e il grado di deficit cognitivo. Funzioni esecutive, cosí come l'apprendimento verbale e la memoria, sono meglio conservati che la capacitá attentiva.

I molti effetti negativi della depressione necessitano di psicoterapia precoce e farmaci. Inoltre, in considerazione del deterioramento neurocognitivo e neurofisiologico causati dalla depressione e in vista delle ridotta funzionalitá giornalierie e psicosociali, entrambe associate a funzioni cognitive, potrebbero portare alla ricerca di mezzi per conservare la funzione cognitiva. In questo contesto, i risultati di un recente studio sull'allenamento cognitivo, condotto presso il Centro Psichiatrico di Praga[3], nella Repubblica Ceca, consiglia, per la prima volta, l'allenamento cognitivo on-line per ridurre la depressione e migliorare le abilitá cognitive della vita quotidiana in soggetti affetti da depressione. In questo studio, un gruppo di pazienti ambulatoriali con depressione unipolare o bipolare studiati per tre volte alla settimana per 8 settimane da CogniFit, con un programma scientificamente validato in linea con il programma di allenamento, sono stati confrontati con un gruppo di controllo di pazienti che hanno ricevuto cure standard, ma nessun allenamento cognitivo. I risultati indicano chiari riduzioni dei livelli di depressione nel gruppo CogniFit ma non nell'altro gruppo. Inoltre, nei pazienti del gruppo CogniFit si é riscontrata una migliore qualitá della vita quotidiana. Avevano un minor numero di fallimenti nel controllo esecutivo (inel ragionamento e nella pianificazione) e un minor numero di vuoti di memoria nelle attivitá quotidiane.

Riferimenti

[1] Frodl TS, Koutsouleris N, Bottlender N, Born C, Jäger M. Depression-Related Variation in Brain Morphology Over 3 Years: Effects of Stress? Archives of General Psychiatry. 2008; 65(10):1156-1165

[2] Godard J, Grondin S, Baruch P, Lafleur MF, Scupin I, Reiser M, Möller H, Meisenzahl EM. Psychosocial and neurocognitive profiles in depressed patients with major depressive disorder and bipolar disorder. Psychiatry Research; ahead e-publication luglio 2011

[3]Preiss M, Čermáková R, Cimermanová D. Online rehabilitation of cognitive functions: the possibilities of the CogniFit program. Presentato al 12th European Congress of Psychology, Istanbul, luglio 2011.

Inserisci il tuo indirizzo email