Sccegli la piattaforma e compra
Prova un mese gratuito di carica con 10 licenze.
Per cos é l' account?
Registrati
loading

Facendo clic su Iscriviti o usando CogniFit, dichiari di aver letto, compreso e accettato i Termini di CogniFit & le Condizioni di Politica di Privacy

corporativelanding_Atencion-Dividida_social_picture
  • Accedi ad una completa batteria di prove cognitive per valutare l' attenzione condivisa

  • Identifica e valuta la presenza di alterazioni o deficit

  • Strumenti validi per migliorare o riabilitare l' attenzione condivisa e altre funzioni cognitive

loading

L' attenzione condivisa si puó definire come la capacità che ha il nostro cervello di soddisfare diversi stimoli o compiti allo stesso tempo e cosí rispondere a molteplici richieste dell' ambiente. L' attenzione condivisa é un tipo di attenzione simultanea che ci permette di processare diverse fonti d' infornazione e eseguire con successo più compiti contenporaneamente. questa abilitá cognitiva é molto importante dato che ci permette di essere efficienti nel nostro quotidiano.

Tuttavia, la nostra capacità di soddisfare e di eseguire vari compiti in parallelo ha dei limiti. Condividendo l'attenzione, le prestazioni o l'efficienza delle azioni intraprese simultaneamente si riduce. . Le interferenze si verificano perché il nostro cervello può elaborare solo una quantità limitata di informazioni. Tuttavia, la pratica e l' allenamento cognitivo possono migliorare la nostra attenzione condivisa, e di conseguenza, la capacità di eseguire più attività contemporaneamente.

Esempi di attenzione condivisa

  • L'attenzione condivisa è molto importante nell' ambito accademico, come la capacità di ascoltare quello che dice l'insegnante, mentre guardiamo la lavagna o le diapositive o prendiamo appunti, richiede attenzione condivisa. Pertanto, è importante per ottenere buoni risultati accademici. Questo può essere uno dei motivi per cui le persone con problemi di attenzione ottengono brutti voti.
  • Un trasportatore è alla guida, si prepara a superare e improvvisamente un cartello gli indica l'uscita che deve prendere. Se non è in grado di prestare attenzione adeguatamente al sorpasso e al segnale di traffico, allo stesso tempo, o perderá informazioni preziose per il viaggio, o rischierá un incidente, se non esegue correttamente il sorpasso. Per guidare è necessario che la nostra attenzione sia in ottime condizioni.
  • Un cameriere sta usando la sua attenzione condivisa quando deve occuparsi di ciò che dice un cliente, cercando di non dimenticare ciò che aveva chiesto il tavolo quattro, oltre a bilanciare una serie di piatti sporchi in mano.
  • Se un dipendente del negozio di alimentari deve risolvere il dubbio di un cliente mentre passa i prodotti di un altro in cassa, sta usando la sua attenzione condivisa.
  • Se siete sulla pista da ballo con un drink in mano, state usando la vostra attenzione condivisa per mantenere il ritmo e allo stesso tempo, evitare la vostra bevanda si rovesci.
  • Anche quando stiamo mangiando e parlando allo stesso tempo o guardando la TV e chiacchierando al telefono contemporaneamente, agisce la nostra attenzione condivisa.

Disturbi o patologie associate ad alterazioni nell' attenzione condivisa

L' attenzione condivisa può essere alterata in molti disturbi, sia a causa di problemi di attenzione correttamente condivisa che, o problemi nel resto dei sottoprocessi attenzionali da cui dipende. Se l'attenzione condivisa non è abbastanza buona, ogni interferenza potrebbe disturbare le attività in corso contemporaneamente. Pertanto, se l'attenzione condivisa è alterata, non possiamo attraversare con la macchina a un incrocio e parlare contemporaneamente, quindi si correrebbe un elevato rischio di incidenti. Analogamente, se l' Arousale è alterato (si rivordi che é il livello di attivazione o di allarme generale) e, pertanto, sono in uno stato comatoso, né possiamo guidare né parlare allo stesso tempo (in realtà, nemmeno potremmo fare una delle due cose separatamente).

Anche se l'attenzione divisa può essere influenzata da disturbi psichiatrici come la schizofrenia, o da vari disturbi, come ad esempio Attention Deficit Hyperactivity Disorder (ADHD), il coinvolgimento di solito si verifica sull' attenzione generale. E 'anche abbastanza comune che l'attenzione possa essere alterara dopo aver subito un Disturbo Craneoencefalico (TCE) o Incidente Cerebrovascolare (CVA o ictus). In questi casi, l'attenzione e i suoi sottocomponenti possono essere compromessi in modo variabile a seconda delle aree cerebrali colpite.

Prendendo in considerazione tutto questo, l' attenzione condivisa è alterata in quasi tutti i disturbi in cui l'attenzione è minimamente influenzata. Quindi, se un paziente mostra eminegligenza controlaterale (incapacità di soddisfare il campo visivo contrario a quello delle lesioni cerebrali), hipoprosexia (distraibilità), hiperprosexia (e fissazione esagerata e eccessiva sull' attenzione) o aprosexia (incapacità di attenzione), avrá difficoltà o gli sará impossibile eseguire compiti con l' attenzione condivisa.

Come misurare e valutare l' attenzione condivisa?

L' atttenzione condivisa è una capacità cognitiva di grande importanza per le varie attività della nostra vita quotidiana, che ci permette di essere più efficienti. Di eseguire correttamente qualsiasi operazione che coinvolge più di una attivitá ercettiva, motoria o attività cognitiva allo stesso tempo, dipende direttamente dalla nostra capacità di attenzione condivisa. Valutare i livelli attenzione condivisa può essere di uso pratico in vari campi professionali, che è utile per valutare lo svolgimento delle attivitá che realizzano (conducenti o trasportatori impiegati in una catena di montaggio, atleti, ecc). Inoltre, questo può anche fornire informazioni in ambienti accademici (se alcuni studenti avranno bisogno di qualche aiuto in più per prendere appunti o in determinate attività) o in ambito clinico (se ci fossero pazienti che necessitano di informazioni più semplici e più distanziate). In tutte queste aree potrebbe essere di grande interesse effettuare una valutazione cognitiva, in quanto avrebbe un impatto diretto con il beneficio lavorativo, accademico o nel quotidiano.

Per misurare l' attenzione condivisa, il team di CogniFit si é vasato sul classico Test di Stroop. In questo modo si é sviluppato ub Test di Simultaneitá che prima dell' attenzione condivisa , valuta la flessibilitá cognitiva e la coordinazione oculo-manuale.

  • Test di Simultaneitá DIAT-SHIF: è necessario seguire il cursore il percorso aleatorio della palla bianca e stare attenti alle parole che appaiono nel centro dello schermo. Quando la parola che si trova nel centro dello schermo corrisponde al colore su cui è scritto, bisogna rispondere (prestando attenzione a due stimoli allo stesso tempo). In questa attività, bisogna affrontare i cambiamenti di strategia, nuove risposte e gestire la capacità di monitoraggio e la capacità visiva contemporaneamente.

Come riabilitare o migliorare l' attenzione condivisa?

L' attenzione condivisa, come le altre abilità cognitive si possono imparare, allenare e migliorare. In CogniFit offriamo la possibilità di farlo professionalmente. Grazie alla pratica, siamo in grado di accelerare la velocità di oscillazioni della nostra attenzione, consumare meno risorse cerebrali qyando ci sono diversi stimoli allo stesso tempo e aumentare la capacità di elaborare le informazioni, anche quando ilcompito è difficile.

La riabilitazione dell' attenzione condivisa è basata sulla plasticitá cerebrale . Seguendo questa idea, CogniFit dispone di una batteria di esercizi clinici volti a riabilitare l' attenzione condivisa e di altre funzioni cognitive. Il cervello e le sue connessioni neurali possono essere rafforzate utilizzando le funzioni che dipendono da essi. Così, se alleniamo spessol' attenzione condivisa, le attività che cerchiamo di combinare si automatizzeranno, migliorando la loro efficienza. Con l'attività automatizzate sarà più facile per il cervello realizzarle contemporaneamente.

L'intero team di professionisti di CogniFit, specializzato nello studio dei processi di plasticità sinaptica e nei processi di neurogenesi, ha permesso la creazione di unprogramma di stimolazione cognitiva personalizzato per le esigenze di ogni utente. Questo programma inizia con una valutazione accurata dell' attenzione condivisa e di altre funzioni cognitive di base. Sulla base dei risultati della valutazione, il programma di stimolazione cognitiva CogniFit offre una forma automatizzata di allenamento cognitivo personalizzato per rafforzare l'attenzione condivisa e altre funzioni cognitive ritenute necessarie secondo la valutazione (in questo caso, probabilmente, gli altri sottoprocessi dell'attenzione dai quali dipende l' attenzione condivisa).

La costanza e un allenamento adeguato sono essenziali per migliorare l'attenzione condivisa. CogniFit dispone di strumenti di valutazione e di riabilitazione per ottimizzare questa funzione cognitiva. Per una corretta stimolazione sono necessari 15 minuti al giorno, due o tre giorni alla settimana.

È possibile accedere al programma di stimolazione cognitiva di CogniFit via internet . C' é una gran varietà di attività interattive sotto forma di giochi mentali divertenti, che possono essere svolti con un computer. Alla fine di ogni sessione, CogniFit mostrerá un dettagliato grafico con il progresso dello stato cognitivo.

Inserisci il tuo indirizzo email