Informazioni sui cookie su questa pagina Web

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la sua esperienza online. Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le sue preferenze sui cookie, ipotizziamo che accetti il nostro uso dei cookie. Per ottenere maggiori informazioni o modificare le sue preferenze sui cookie, visiti la nostra politica sui cookie.

Sccegli la piattaforma e compra
Prova un mese gratuito con 10 licenze.
Per cos é l' account?
Benvenuto su CogniFit! Benvenuto su CogniFit per ricercatori! CogniFit Healthcare CogniFit Employee Wellbeing

Registra la tua email qui sotto per iniziare a prenderti cura del tuo cervello.

Stai per creare un account di gestione del paziente. Questo account è pensato per aiutare gli operatori sanitari (medici, psicologi...) nella diagnosi e nella stimolazione cognitiva.

Stai per creare un account di ricerca. Questo account è stato progettato appositamente per aiutare i ricercatori nei loro studi nelle aree cognitive.

Stai per creare un account di gestione degli studenti. Questo resoconto è stato progettato per assistere nella diagnosi e nell'intervento dei disturbi cognitivi nei bambini e nei giovani studenti.

Stai per creare un account di famiglia. Questo account è stato progettato per consentire ai tuoi familiari di accedere alle valutazioni e agli allenamenti di CogniFit.

Stai per creare un account di gestione aziendale. Questo account è progettato per consentire ai tuoi dipendenti di accedere alle valutazioni e alla formazione di CogniFit.

Stai per creare un account personale. Questo tipo di account è stato progettato per aiutarti a valutare e ad allenare le tue capacità cognitive.

Stai per creare un account di gestione del paziente. Questo account è pensato per aiutare gli operatori sanitari (medici, psicologi...) nella diagnosi e nella stimolazione cognitiva.

Stai per creare un account di famiglia. Questo account è stato progettato per consentire ai tuoi familiari di accedere alle valutazioni e agli allenamenti di CogniFit.

Stai per creare un account di ricerca. Questo account è stato progettato appositamente per aiutare i ricercatori nei loro studi nelle aree cognitive.

Stai per creare un account di gestione degli studenti. Questo resoconto è stato progettato per assistere nella diagnosi e nell'intervento dei disturbi cognitivi nei bambini e nei giovani studenti.

Stai per creare un account di gestione aziendale. Questo account è progettato per consentire ai tuoi dipendenti di accedere alle valutazioni e alla formazione di CogniFit.

Stai per creare un account sviluppatore. Questo account è progettato per integrare i prodotti CogniFit all'interno della tua azienda.

loading

Per uso personale (a partire dai 16 anni). I bambini minori di 16 anni possono utilizzare la piattaforma di CogniFit per Famiglie.

Facendo clic su Iscriviti o usando CogniFit, dichiari di aver letto, compreso e accettato i Termini di CogniFit & le Condizioni di Politica di Privacy

Abilità Cognitive
Coerenza interna
Affidabilità del test-retest
Flessibilità Cognitiva
0,726
0,842
Attenzione Divisa
0,866
0,85
Campo visivo
0,806
0,998
Coordinazione Motoria
0,779
0,876
Denominazione
0,687
0,782
Focalizzazione
1
0,905
Scansione Visiva
0,862
0,922
Stima
0,761
0,986
Inibizione
0,661
0,697
Memoria a Breve Termine Fonologica
0,915
0,698
Memoria Contestualizzata
0,884
0,775
Memoria Visiva a breve termine
0,866
0,743
Memoria a Breve Termine
0,853
0,721
Memoria di Lavoro
0,85
0,696
Memoria non verbale
0,787
0,73
Percezione dello Spazio
0,611
0,907
Percezione Visiva
0,751
0,882
Percezione uditiva
0,652
0,904
Pianificazione
0,765
0,826
Riconoscimento
0,864
0,771
Tempo di Reazione
0,873
0,821
Velocità di Elaborazione
0,888
0,764
Valutazione Cognitiva

Multidispositivo

Analisi di affidabilità della valutazione(Solo in inglese)Scarica

Come posso sapere se il mio cervello è sano? Valutazione della salute del cervello

Innovativo test neuropsicologico online. Studia il funzionamento cerebrale e realizza uno screening cognitivo completo. Valuta in modo preciso una vasta gamma di abilità e rileva il benessere cognitivo (alto-medio-basso). Identifica debolezze e punti di forza nelle aree di memoria, attenzione-concentrazione, funzioni esecutive, pianificazione e coordinazione*.

Per chi è?

Batteria online di Valutazione Cognitiva Generale (CAB)

Stai per creare un account di gestione del paziente. Questo account è pensato per aiutare gli operatori sanitari (medici, psicologi...) nella diagnosi e nella stimolazione cognitiva.

Stai per creare un account di gestione degli studenti. Questo resoconto è stato progettato per assistere nella diagnosi e nell'intervento dei disturbi cognitivi nei bambini e nei giovani studenti.

Stai per creare un account di ricerca. Questo account è stato progettato appositamente per aiutare i ricercatori nei loro studi nelle aree cognitive.

-
+
Numero di valutazioni*

* Le licenze di valutazione si possono usare con qualsiasi tipo di valutazione.

 

2,503,956 valutati unici

1,507,437,300 punti dati

4,671 professionisti

Batteria di valutazione cognitiva per studiare il funzionamento cerebrale e il rendimento cognitivo.

Batteria di valutazione cognitiva per studiare il funzionamento cerebrale e il rendimento cognitivo.

  • Valuta alo stato attuale delle capacità cognitive.
  • Per bambini maggiori di 7 anni, giovani, adulti e anziani.
  • La durata del test è di circa 30-40 minuti.
  • Analisi di affidabilità della valutazione - Solo in inglese Scarica

La batteria di Valutazione Cognitiva Generale (CAB) di CogniFit è uno strumento leader professionale, che permette di studiare in profondità, mediante attività cognitive digitalizzate, il funzionamento cerebrale di bambini maggiori di 7 anni, giovani, adulti e persone anziane. I risultati forniti da questo test neuropsicologico sono molto utili per comprendere lo stato cognitivo, i punti di forza e le debolezze dell'utente.Qualsiasi utente privato o professionale può utilizzare senza alcuna difficoltà questa batteria di valutazione.

Si raccomanda di realizzare questa valutazione se si vuole conoscere il funzionamento cerebrale, il benessere fisico, psicologico, o sociale dell’utente, e se esistono sintomi o disturbi relazionati con la concentrazione-attenzione, memoria, ragionamento, pianificazione o coordinazione. Si raccomanda di utilizzare questo test cognitivo completo in modo complementare alla diagnosi professionale e non come un sostituto del colloquio clinico.

Questo test neuropsicologico è totalmente digitalizzato. Si esegue online, e la sua durata è di circa 30-40 minuti. Al termine della valutazione, si ottiene automaticamente un rapporto completo dei risultati con il profilo neurocognitivo dell'utente. Questo rapporto raccoglie informazioni utili e pienamente comprensibili sul funzionamento delle diverse abilità cognitive. Inoltre, fornisce informazioni preziose che possono aiutarci a rilevare se vi è il rischio di un qualsiasi disturbo o problema, a riconoscerne la gravità e a individuare le strategie di supporto più appropriate per ogni caso.

Protocollo digitalizzato per la Valutazione Cognitiva Generale (CAB)

Protocollo digitalizzato per la Valutazione Cognitiva Generale (CAB)

Questo strumento online per la valutazione neurocognitiva costa di uno screening sotto forma di test e di una batteria generale di prove cliniche costituite da attività convalidate scientificamente.

Queste prove sono dirette a rilevare e valutare in modo rapido e preciso il funzionamento di differenti aree cognitive, come l'attenzione e la concentrazione, la percezione, la memoria, le funzioni esecutive, la coordinazione, così come il benessere fisico, psicologico e sociale dell’utente.

La durata di questa completa valutazione cognitiva è di circa 30-40 minuti. Durante questo tempo si dovrà rispondere a un test sui differenti ambiti del benessere e completare la serie di prove neuropsicologiche e le attività convalidate che verranno presentate sotto forma di divertenti giochi per PC.

I risultati ottenuti dopo aver realizzato la valutazione possono evidenziare deficit in diverse aree cognitive, ciò può aiutarci a capire perché, per esempio, una persona ha ridotto il proprio rendimento in certe attività o perché non è mai riuscito ad acquisire destrezza in tali attività

Test criteri diagnostici

Viene presentata una serie di domande di facile risposta dirette a conoscere il grado di benessere percepito dalla persona nelle differenti aree della salute (benessere fisico, psicologico e sociale).

Fattori neuropsicologici e profilo cognitivo

Continua con una serie di attività dirette a valutare le capacità cognitive fondamentali. In questo modo, potremmo conoscere il nostro profilo cognitivo completo. Utilizza scale cliniche e prove convalidate per l'età dell'utente.

Rapporto dei risultati completo

Una volta finalizzato il test generale, riceveremo automaticamente un rapporto di risultati completamente dettagliato, dove appare lo stato cognitivo, il grado di benessere nelle differenti aree (basso-medio-alto), i sintomi e i segni di allerta, il profilo neuropsicologico, analisi dei risultati, raccomandazioni e linee guida. I risultati offrono informazioni preziose e la base per identificare strategie di supporto.

Risultati Psicometrici

Risultati Psicometrici

Il test Cognitivo Generale di CogniFit (CAB) utilizza algoritmi convalidati e tecnologia di intelligenza artificiale (IA) che permettono di analizzare più di un migliaio di variabili per ottenere uno profilo cognitivo completo con dei risultati psicometrici molto soddisfacenti. Quest’esplorazione neuropsicologica si incarica di misurare una serie di capacità cognitive essenziali per la nostra quotidianità, con una notevole sensibilità e validità ecologica.

Ciascuna delle attività neuropsicologiche esposte dalla Batteria di Valutazione Cognitiva (CAB) è stata convalidata seguendo il metodo scientifico. Ciò permette di garantire caratteristiche psicometriche appropriate per una valutazione efficace del cervello e del suo stato cognitivo generale. Il profilo cognitivo del rapporto neuropsicologico ha un’alta affidabilità, coerenza e stabilità. Attraverso disegni di ricerca trasversale, sono state ottenute statistiche psicometriche con valori prossimi a 0,9, come il coefficiente Alfa di Cronbach. Le prove Test –Retest hanno ottenuto valori vicino a 1, ciò dimostra un’alta affidabilità e precisione.

Vedi la lookup table

A chi è diretto?

A chi è diretto?

Questa batteria di valutazione (CAB) si può applicare ad un ampio spettro della popolazione, sia che si tratti di bambini maggiori di 7 anni, adulti o anziani sani o con qualche patologia.

Qualsiasi utente privato o professionale può maneggiare senza alcuna difficoltà questa batteria di valutazione neuropsicologica. Per utilizzare questo programma clinico non è necessario possedere conoscenze sulla neuroscienza o informatica. È diretto specialmente a:

Utenti privati

Conoscere lo stato del mio cervello, così come i miei punti deboli o di forza.

Attraverso la Batteria di Valutazione Cognitiva Generale di Cognifit, qualsiasi utente può conoscere in modo rapido e semplice il suo profilo cognitivo. Questa valutazione potrebbe aiutarci a dissolvere i dubbi sul fatto che i disturbi cognitivi (di attenzione, di memoria, di pianificazione...) siano segnali di una patologia sottostante o se siano normale per il nostro gruppo demografico.

Professionisti della salute

Valutare con precisione i miei pazienti e offrire un completo rapporto dei risultati.

La batteria di valutazione neuropsicologica generale di CogniFit, permette di assistere ai professionisti della salute nell’esercizio di rilevazione, diagnosi e intervento di diverse alterazioni. Rilevare i sintomi e le disfunzioni cognitive è il primo passo per identificare molti disturbi, e orientare una diagnosi di intervento neuropsicologico adeguato. Con questo potente software di gestione dei pazienti potrai studiare molteplici varianti, e offrire completi rapporti personalizzati.

Scuole e personale docente

Rilevare quegli alunni a rischio di soffrire di qualche disturbo. Aiutare a prevenire il fallimento scolastico

Questa batteria di prove neuropsicologiche sotto forma di semplice test, permette ai professori ed educatori senza una profonda conoscenza in vari disturbi, di valutare con obbiettività gli studenti e di creare rapporti completi personalizzati che permettono di conoscere i loro punti di debolezza e di forza, e di rilevare in modo rapido quegli studenti a rischio, che richiedono di essere diagnosticati individualmente per poter agire in modo compensativo.

Genitori, tutor e altri privati

Identificare se i miei cari presentano rischio di avere problemi in qualche ambito

Il test di Valutazione Cognitiva Generale di CogniFit è una risorsa scientifica composta da semplici e attrattive prove e attività che possono realizzarsi online. Permette a qualsiasi persona, senza alcun conoscimento specifico, di valutare i differenti fattori neuropsicologici di un familiare o un parente. Il sistema completo dei risultati permette di identificare il grado di benessere nelle differenti aree, e offre linee guida di attuazione per ciascun caso.

Ricercatori

Misurare le capacità cognitive dei partecipanti di una ricerca.

La Valutazione Cognitiva Generale di CogniFit (CAB) permette di realizzare una stima precisa e comodo di una grande quantità di capacità cognitive. La tecnologia di CogniFit tiene in conto mille variabili durante la realizzazione delle attività di valutazione per ottenere dati affidabili sullo stato cognitivo del partecipante.

I suoi vantaggi

I suoi vantaggi

Utilizzare questo supporto informatico basato sulla metodologia scientifica per valutare in modo rapido e preciso la presenza di sintomi generali, debolezze e punti di forza, caratteristiche e disfunzioni nei processi cognitivi offre molteplici vantaggi:

STRUMENTO LEADER

Qualsiasi utente privato o professionale (medico, psicologo, professore, ecc.) Può utilizzare personalmente questa batterie di valutazione neuropsicologica senza la necessità di possedere conoscenze sulla neuroscienza o informatica. Il formato interattivo permette una gestione rapida ed efficace. Tuttavia, è compito di un professionista qualificato raccogliere dati qualitativi, tenere conto della cartella clinica, osservare il comportamento ed eseguire la diagnosi clinica.

FACILE DA GESTIRE

Qualsiasi utente privato o professionale (medico, psicologo, professore, etc.) può impiegare personalmente questa batteria di valutazione neuropsicologia senza alcun bisogno di conoscere la neuroscienza o l'informatica. Il formato interattivo permette una gestione rapida ed efficace.

COMPLETAMENTE AUTOMATIZZATO

Le attività dei test cognitivi di CogniFit sono completamente automatizzati, in modo che l'utente possa svolgerli in modo indipendente da casa. Quando questa valutazione cognitiva è stata raccomandata da un professionista medico, l'utente può eseguirla durante la propria consultazione o in qualsiasi posto in cui sia disponibile Internet. Permettendo un risparmio di tempo.

SEMPLICE UTILIZZO

Tutte le aree cliniche si presentano automaticamente sotto forma di divertenti giochi interattivi, Tutti i compiti clinici sono presentati in modo automatico sotto forma di divertenti giochi interattivi, rendendoli più comprensibili specialmente nel caso dei bambini.

DETTAGLIATO RAPPORTO DEI RISULTATI

La batteria di valutazione cognitiva generale (CAB) offre un feedback rapido e preciso, costruendo un completo sistema di analisi dei risultati. Aiuta a riconoscer e comprendere sintomi clinici, debolezze, punti di forza e l'indice di rischio.

ANALISI E RACCOMANDAZIONI

Questo potente software permette di analizzare più di mille variabili e offre raccomandazioni molto specifiche e adeguate alle necessità di ogni persona.

In quali casi è raccomandabile applicare questo test di valutazione cognitiva generale?

In quali casi è raccomandabile applicare questo test di valutazione cognitiva generale?

Grazie alle sue eccellenti qualità psicometriche e al suo semplice utilizzo, la Valutazione Cognitiva Generale (CAB) di CogniFit può essere realmente utile per una gran diversità di casi. Per esempio, la valutazione neuropsicologica di CogniFit sarebbe utile per sapere se i problemi di attenzione che presenta nostro figlio sono normali per la sua età o se si trova ad un livello patologico. Potrebbe, anche, indicarci se i vuoti di memoria che presenta u paziente di età avanzata sono indicatori di un disturbo o di una malattia.

Se si sospetta che una persona possa essere a rischio di patire qualche tipo di disturbo, o semplicemente se si vuole conoscere il proprio stato cognitivo, si raccomanda di realizzare questa valutazione quanto prima. Monitorare il profilo cognitivo e il benessere di una persona permette la diagnosi precoce di diversi disturbi, evitando loro cronicità o permettendo di iniziare il prima possibile il loro trattamento.

I test neuropsicologici di CogniFit possono essere utili per:

---
I sintomi più rappesentativi
Descrizione
...
Studiare il funzionamento cerebrale e determinare lo stato cognitivo di bambini maggiori di 7 anni, adulti e anziani.
Ottenere il profilo cognitivo di qualsiasi persona
Identificare punti di forza e punti deboli cognitivi
Aiuta a determinare se i cambi cognitivi sono normali o possono essere il riflesso di un disturbo neurologico.
Conoscere il grado di deterioramento che provoca un danno cerebrale
Complementare e approfondire nella diagnosi clinica

Studiare il funzionamento cerebrale e determinare lo stato cognitivo di bambini maggiori di 7 anni, adulti e anziani.

Questa batteria di valutazione neuropsicologica fornisce informazioni dettagliate sugli elementi che costituiscono l' "architettura intellettuale”. L’analisi di questi componenti cognitivi può aiutarci a comprendere gli elementi che governano il comportamento di una persona e il suo funzionamento mentale. Le prove o gli studi saranno utili per capire la situazione specifica di ciascun paziente / utente.

Ottenere il profilo cognitivo di qualsiasi persona

Il profilo neuropsicologico si ottiene automaticamente dopo aver finalizzato la valutazione. E apporta informazioni dettagliate sul funzionamento delle principali abilità cognitive divise in differenti aree: attenzione e concentrazione, percezione, memoria, ragionamento (funzioni esecutive), e coordinamento, così come il benessere fisico, psicologico e sociale della persona.

Identificare punti di forza e punti deboli cognitivi

Comprendere come le diverse aree del cervello lavorano ci permette di determinare lo stato cognitivo e di riconoscere i punti di forza e di debolezza. Questa batteria può aiutarci a capire quali sono le causa delle difficoltà di una persona.

Aiuta a determinare se i cambi cognitivi sono normali o possono essere il riflesso di un disturbo neurologico.

Queste prove o studi mentali ci aiuteranno a capire se i sintomi o i disturbi che la persona mostra sono normali per la sua età o se possono essere indicatori di un deficit: disordini cerebrali, disturbi del neurosviluppo, malattie neurodegenerative, danno cerebrale, disturbi comportamentali, malattie mentali, ecc. Questa batteria può aiutarci a conseguire informazioni che ci spieghino il calo delle prestazioni dell'individuo.

Conoscere il grado di deterioramento che provoca un danno cerebrale

Conoscere gli effetti cognitivi derivati da un'alterazione cognitiva. Determinare la normalità o l'anormalità delle funzioni esaminate e il loro grado di deterioramento.

Complementare e approfondire nella diagnosi clinica

Questa esplorazione neuropsicologica è indicata tanto per le persone che hanno sofferto un danno organico conosciuto, come pazienti con differenti patologie nelle quali vi è il sospetto che possa esistere una disfunzione cerebrale.

Descrizione del questionario del benessere

Descrizione del questionario del benessere

Una persona può considerarsi in buona salute quando non esistono alterazioni in nessuna delle tre aree del benessere. Per questo, il primo passo della batteria per la valutazione cognitiva generale di CogniFit (CAB) consiste in un test di screening che aiuta a rilevare i disturbi in ciascuna delle tre aree di benessere, adattando le domande a ciascuna fascia d'età.

Benessere Fisico: Per quanto riguarda recenti ricerche, la scienza ha informazioni preziose su quanto strette siano le relazioni tra stato fisico e mentale. Il sonno, l’alimentazione o lo sport sono fattori che determinano il nostro benessere fisico e condizionano il buon funzionamento cognitivo.

Benessere Cognitivo o Psicologico: Il benessere psicologico integra gli aspetti cognitivi, affettivi ed emotivi nelle differenti aree della vita umana. Il benessere mentale o psicologico ha un ruolo fondamentale nella salute della persona, poiché può produrre alterazioni anche nel benessere fisico e sociale.

Benessere Sociale: Avere un ambiente sociale ricco, appropriato e costante favorisce una buona salute sociale. Durante le nostre interazioni con gli altri, esiste un trasferimento emotivo, momenti di svago, divertimento e accompagnamento.

Criteri diagnostici nei bambini e adolescenti dai 7 ai 17 anni.

Costa di una serie di item di facile risposta che possono essere completati dal tutor o professionista responsabile della valutazione. Il test raccoglie domande sui seguenti domini: Benessere fisico (trovarsi in una condizione fisica appropriata), Benessere psicologico (un buono stato dei nostri processi cognitivi ed emotivi) e Benessere sociale (mantenere relazioni sane e ricche con le persone che ci circondano). Le domande relative a ciascun dominio sono adattate alla quotidianità dei bambini e degli adolescenti di questa età.

Criteri diagnostici negli adulti e aziani

Costa di una serie di item di facile risposta che possono essere completati dal tutor o professionista responsabile della valutazione, o dalla persona stessa che realizza il Test di valutazione cognitiva generale. Il questionario raccoglie risposte sui seguenti domini: Benessere fisico (essere in buona forma fisica, senza disturbi), Benessere psicologico (un buon stato dei nostri processi cognitivi ed emotivi) e Benessere sociale (mantenere relazioni sane e ricche con le persone che ci circondano). Le domande relative ad ogni dominio sono adattate alla routine e alle attività delle persone adulte o anziane.

Aspetti neuropsicologici valutati: Attvità della Batteria

Aspetti neuropsicologici valutati: Attvità della Batteria

L'alterazione di alcune delle capacità cognitive o il deficit in alcune delle aree del benessere può essere sufficiente a causare problemi nella salute e nella vita quotidiana di una persona. Un profilo generale delle abilità cognitive può mostrarci l'intensità dello sviluppo di queste possibili alterazioni.

Data l'importanza di aver un buon rendimento cognitivo, la Batteria di Valutazione Cognitiva Generale di Cognifit (CAB) dedica una grande importanza alla misurazione delle seguenti aree e capacità.

Domini Cognitivi Valutati
Abilità Cognitive

L'attenzione

Capacità di filtrare le distrazioni e concentrarsi sulle informazioni rilevanti. L'attenzione accompagna tutto il processo cognitivo e si incarica di assegnare le risorse cognitive in funzione della rilevanza degli stimoli interni ed esterni. Mantenere l'attenzione in buono stato è necessario per altri processi di livello superiore, come la memoria o la pianificazione. L'attenzione è un processo essenziale che richiede diverse parti del nostro cervello: dal tronco encefalico o la corteccia parietale, fino alla corteccia prefrontale. Tuttavia, sembra che l'emisfero destro abbia un ruolo predominante sul controllo dell'attenzione. Quest'area cognitiva ci permette di stare in allerta, di rispondere a stimoli di nostro interesse in presenza di distrattori, di concentrarci durante un lungo periodo di tempo, di alternare la nostra attenzione tra differenti attività o dividere la nostra attenzione tra eventi che accadono allo stesso tempo. Queste sono le capacità cognitive che formano l'attenzione e saranno calcolate nella Valutazione Cognitiva Generale di CogniFit.

Eccellente

7.8% al di sopra della media

Attenzione Divisa

L’attenzione divisa è la capacità di prestare attenzione a più di uno stimolo o attività contemporaneamente. Attività per valutare l'Attenzione divisa:

Quest'attività di valutazione neuropsicologica è stata elaborata a partire da un test classico chiamato Test Stroop (Stroop, 1935). Sarà necessario realizzare due attività contemporaneamente, in modo da dover dividere il nostro fuoco attentivo per poter rispondere simultaneamente ad entrambe le attività.

470Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Focalizzazione

L’attenzione focalizzata è la capacità di centrare il proprio fuoco attentivo su uno stimolo obiettivo, indistintamente dalla durata del tempo. Attività per valutare l’Attenzione focalizzata:

Le attività di valutazione neuropsicologica si ispirano al classico Continuous Performance Test (CPT) di Conners, al Test of Variables of Attention (TOVA) e alla Visual Organisation Task (VOT) di Hooper. Per realizzarle correttamente, dovremmo identificare gli stimoli obiettivi e dare loro una risposta.

717Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Inibizione

L'inibizione è la capacità di controllare le risposte impulsive e automatiche e generare risposte mediate dall'attenzione e dal ragionamento. Attività per valutare l'Inibizione:

Le attività di valutazione dell'Inibizione di CogniFit sono state create a partire dal Test di Stroop, Test of Variables of Attention (TOVA) e dal Continuous Performance Test (CPT). Durante queste attività, gli stimoli genereranno una tendenza di risposta che dovremo frenare o inibire quando sarà il momento giusto.

484Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Attualizzazione

Il monitoraggio è la capacità di supervisionare la propria condotta e assicurarci che sia conforme al piano d'azione preparato. Attività per valutare il Monitoraggio:

Le attività di CogniFit che misurano il monitoraggio sono basate su differenti test neuropsicologici classici: il Test di Stroop, la NEPSY, il Test of Malingering Memory (TOMM), il Test of Variables of Attention (TOVA) e il Wisconsin Card Sorting Test (WCST). Per realizzare questo test di CogniFit, è necessario controllare costantemente se le nostre risposte si stanno adattando alle esigenze del compito e, in caso contrario, adattarle.

683Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Memoria

Capacità per trattenere e manipolare le nuove informazioni e recuperare i ricordi del passato. La memoria ci permette di immagazzinare rappresentazioni interne del conoscimento nel nostro cervello e di trattenere avvenimenti del passato per poterli utilizzare nel futuro. L'apprendimento è un processo chiave nella memoria, ciò permette incorporare nuove informazioni o modificare quelle già esistenti negli schemi mentali previ. Dopo questa codificazione e l'immagazzinamento, le informazioni, i ricordi o l'apprendimento dovrebbero essere pronti per essere recuperati in futuro. L'ippocampo è una struttura cerebrale chiave nel processo mnesico, e lavora attivamente durante il sonno per consolidare le informazioni acquisite durante il giorno. Queste sono ognuna delle aree che conformano la memoria e che saranno valutate nella Valutazione cognitiva di CogniFit.

Eccellente

7.6% al di sopra della media

Memoria a Breve Termine Fonologica

La memoria a breve termine Fonologica è la capacità di trattenere per un breve periodo di tempo le informazioni Fonologiche che riceviamo dall'ambiente. Attività per valutare la Memoria a breve termine Fonologica:

Per valutare la memoria a breve termine Fonologica ci si è ispirati alla prova di cifre dirette e inverse del test Wechsler Memory Scale (WMS), e al Continuous Performance Test (CPT) e al Rey Auditory Verbal Learning Test (RAVLT). In questa prova dovremmo conservare le informazioni uditive durante un breve periodo di tempo.

483Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Memoria Contestualizzata

La memoria contestuale è la capacità di memorizzare e discriminare la fonte reale di un ricordo specifico. Attività per valutare la Memoria contestuale:

Le attività di memoria contestuale si sono ispirate al Test classico Contestuale Memory Test, di Toglia (1993), al Test of Memory Malingering (TOMM), alla NEPSY e al Test of Variables of Attention (TOVA). In questo test, l’utente dovrà conservare le informazioni nella sua memoria per recuperarle anche se l'input sensoriale (vista o udito) non corrisponde nell’episodio di apprendimento con l'episodio di recuperare.

586Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Memoria a Breve Termine

La memoria a breve termine è la capacità di mantenere una piccola quantità di informazioni durante un breve periodo di tempo. Attività per valutare la Memoria a breve termine:

Le attività neuropsicologiche che misureranno la memoria a breve termine, si sono ispirate alla prova di cifre dirette e indirette di WMS (Wechsler Memory Scale), al Test of Memory Malingering (TOMM), al Tower of London (TOL) e al Continuous Performance Test (CPT). Per realizzare queste attività, l'utente dovrà conservare durante un breve periodo di tempo una quantità crescente di informazioni.

624Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Memoria non verbale

La memoria non verbale è la capacità di codificare, immagazzinare e recuperare ricordi di volti, figure di immagini, melodie, suoni e rumori, odori, sapori e sensazioni. Attività per valutare la Memoria non verbale:

Quest’attività neuropsicologica si basa sul Continuous Performance Test (CPT), sul Test of Memory Malingering (TOMM), sul Visual Organisation Test (VOT), sulla NEPSY, sul Tower of London (TOL) e sulla prova dei Cubi di Corsi della Wechsler Memory Scale (WMS). Sarà necessario memorizzare le informazioni visive con un contenuto verbale minimo o nullo per riprodurle posteriormente.

455Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Memoria Visiva a breve termine

La memoria visiva a breve termine è la capacità di trattenere durante un breve periodo di tempo una piccola quantità di informazioni visive, come lettere, parole, ecc. Attività per valutare la Memoria visiva a breve termine:

Questo test cognitivo è fondato sulla prova dei Cubi di Corsi della Wechsler Memory Scale (WMS), sul Test of Memory Malingering (TOMM) e sul Tower of London (TOL). Durante l’attività bisogna mantenere in mente informazioni visive per rispondere successivamente.

485Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Memoria di Lavoro

La memora di lavoro è la capacità di mantenere e manipolare informazioni necessarie per svolgere compiti cognitivi complessi. Attività per valutare la Memoria di lavoro:

Le attività neuropsicologiche di CogniFit che misurano la memoria di lavoro sono basate sul Continuous Performance Test (CPT), sulla prova di cifre dirette della Wechsler Memory Scale (WMS), sul Test of Memory Malingering (TOMM), sul Visual Organisation Task (VOT), sul Test of Variables of Attention (TOVA), sulla NEPSY e sul T of London (TOL). Durante lo sviluppo di queste attività, sarà necessario mantenere e manipolare parte delle informazioni che ci vengono mostrate.

687Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Denominazione

La denominazione è la capacità di accedere ad una parola del nostro vocabolario per nominare i concetti. Attività per valutare la Denominazione:

Le attività neuropsicologiche che valutano la denominazione sono state prese come riferimento la NEPSY, del Test of Memory Malingering (TOMM) e del Test of Variables of Attention (TOVA). Dovremmo essere capaci di nominare gli oggetti o le parole che appaiono sullo schermo, così come riconoscere il loro suono.

705Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Coordinazione

Capacità di realizzare efficientemente movimenti precisi e ordinati. La coordinazione ci permette di realizzare i nostri movimenti in modo rapido, chiaro e armonico. Il cervelletto è la struttura cerebrale responsabile della realizzazione di movimenti coordinati: dal camminare sino al sostenere un bicchiere o danzare. Aiuta a mantenere un legame e una coerenza tra i nostri movimenti e il feedback che otteniamo dai nostri sensi. Queste sono ognuna delle capacità cognitive che conformano la coordinazione e che saranno calcolate nella Valutazione Cognitiva di CogniFit:

Eccellente

8.0% al di sopra della media

Coordinazione Motoria

La coordinazione occhio-mano è la capacità che ci permette di realizzare attività nelle quali utilizziamo simultaneamente gli occhi e le mani. Attività per valutare la Coordinazione occhio-mano:

Il test neuropsicológico per valutare queste avilità si è ispirato al test classico di Wisconsin Card Sorting Test (WCST), al test Stroop, al Test of Variables of Attention (TOVA), alla Visual Organisation Task (VOT). Molte di queste attività richiederanno di spostare con abilità il cursore sugli stimoli dello schermo, per il quale è richiesta la nostra coordinazione occhio-mano.

614Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Tempo di Reazione

Il tempo di risposta è la capacità di percepire ed elaborare uno stimolo semplice e rispondere a questo, come rispondere rapidamente ed efficacemente a una domanda concreta. Attraversi sulle strisce pedonali, quando un’auto si avvicina e sembra che non abbia intenzione di frenare, quasi immediatamente rimani immobile "per ogni evenienza". Il tempo che impieghi per reagire, è il tempo di risposta. Attività per valutare il Tempo di risposta:

Attraverso differenti prove cognitive di CogniFit è possibile misurare in modo preciso il nostro tempo di reazione. I test, con i quali verrà misurata la quantità di tempo che impieghiamo per dare una risposta, sono basati sulla NEPSY, sul Test of Varaibles of Attention (TOVA), sul Continuous Performance Test (CPT), sul Test of Memory Malingering (TOMM), sul Visual Organisation Test (VOT), sul Wisconsin Card Sorting Test (WCST), su alcune prove della Wechsler Memory Scale (WMS), sul Tower of London (TOL) e sul Test di Stroop.

736Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Percezione

Capacità di interpretare gli stimoli dell'ambiente circostante. La percezione ha il compito di identificare e dare un senso alle informazioni che riceviamo dai nostri organi sensoriali in funzione al nostro conoscimento previo sul mondo. La percezione è un processo che può venire da diversi sensi (come la vista, l'udito, il tatto, ecc...) e che il nostro cervello si occupa d'integrare, dandogli un senso d'insieme. Le aree cerebrali di associazione sono le responsabili dell'unione delle informazioni percepite dai diversi organi sensoriali, Le aree cerebrali di associazione sono responsabili dell'unione delle informazioni percepite dai diversi organi sensoriali in modo che possiamo interagire efficacemente con gli stimoli esterni, indipendentemente dall'organo sensoriale stimolato. Affinché il processo percettivo possa svolgersi correttamente, sarà necessario un processo di assimilazione e comprensione delle informazioni ricevute. Queste sono ciascuna delle capacità cognitive che formano la percezione e che saranno calcolate nella Valutazione cognitiva di CogniFit.

Eccellente

7.8% al di sopra della media

Percezione uditiva

La percezione uditiva è la capacità di ricevere e interpretare le informazioni che arrivano ai nostri occhi tramite le onde di frequenza udibili trasmesse dall'aria o da altri mezzi. Attività per valutare la Percezione uditiva:

Le prove neuropsicologiche utilizzate da CogniFit per valutare la percezione uditiva dell'utente sono basate sulla classica valutazione NEPSY, sul Test of Memory Malingerig (TOMM) e sul Test of Variables of Attention (TOVA). Tutte queste aree richiedono l'ascolto di alcune informazioni uditive rilevanti per raggiungere il nostro obbiettivo.

476Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Stima

La stima è la capacità nel predire o generare una risposta quado non abbiamo la soluzione disponibile. Attività per valutare la Stima:

In queste attività dovremmo dare una risposta che riteniamo sia più corretta o più vicina alla realtà. In base all’attività, dovremmo stimare differenti attributi dello stimolo, come la sua velocità, il suo percorso, la sua distanza o la sua durata.

707Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Riconoscimento

Il riconoscimento è la capacità di identificare gli stimoli che abbiamo anteriormente percepito (situazioni, persone, oggetti, ecc.). Attività per valutare il Riconoscimento:

Quest’attività neuropsicologica si è ispirata al Continuous Performance Test (CPT), al Test of Memory Malingering (TOMM), al Visual Organisation Test (VOT), al Test of Variables of Attention (TOVA) e al NEYPSY. Dovremmo sapere se lo stimolo che ci si presenta è già apparso anteriormente per superare con esito le prove.

482Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Percezione dello Spazio

La percezione spaziale è la capacità di posizionarci rispetto al mondo e interpretare spazialmente gli oggetti che ci circondano. Attività per valutare la Percezione spaziale:

Le attività di valutazione neuropsicologica che misurano la percezione spaziale si sono ispirate all'insieme di Test classici della Torre di Londra (TOL), al test Hooper Visual Organisation Task (VOT) di Hooper (1983), alla prova di cifre dirette e indirette. Sarà necessario identificare correttamente le posizioni e le distanze degli stimoli per realizzare con esito queste prove.

627Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Percezione Visiva

La percezione visiva è la capacità di interpretare le informazioni che la luce dello spettro visivo fa arrivare ai nostri occhi. Attività per valutare la Percezione visiva:

Queste attività di valutazione neuropsicologica si è ispirata al metodo di valutazione del Developmental Test of Visual Perception (DTVP) di Frosting (1961), nel quale integra la percezione visiva e la coordinazione viso-motoria, e le nozioni della classica valutazione di Korkman, Kirk e Kemp del 1998 (NEPSY). También cuentan con características del Test de Stroop, del Wisconsin Card Sorting test (WCST), del Test of Memory Malingering (TOMM) y del Test of Variables of Attention (TOVA). Deberemos ser capaces de identificar correctamente las imágenes que aparecen en la pantalla para responder adecuadamente.

496Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Scansione Visiva

Lo scanner visivo è la capacità di cercare attivamente ed efficientemente gli stimoli rilevanti nell'ambiente circostante attraverso la vista. Attività per valutare lo Scanner visivo::

I test neuropsicologici che utilizza CogniFit si sono basati sul Test of Variables of Attention (TOVA), sul Visual Organisation Task (VOT), sul Tower of London (TOL), sul Continuous Performance Test (CPT) e sul Test of Memory Malingering (TOMM). In ciascuna delle attività, dovremmo localizzare uno stimolo obbiettivo tra i vari distrattori.

696Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Ragionamento

Capacità di elaborare (ordinare, relazionare...) efficientemente le informazioni acquisite. Attraverso le funzioni esecutive possiamo accedere e manipolare le informazioni che abbiamo acquisito per raggiungere mete complesse. Questo insieme di processi superiori, ci consente di mettere in relazione, classificare, ordinare e pianificare le nostre idee o azioni in base ai bisogni imposti nel presente o nel futuro. Pertanto, ci permette di essere flessibili e di adattarci all'ambiente circostante. Le funzioni esecutive ci consentono di essere efficaci nella nostra vita quotidiana, di risolvere i problemi e di raggiungere i nostri obbiettivi, anche se ci sono modifiche nel piano originale. Queste sono ciascuna delle capacità cognitive che formano le funzioni esecutive e che saranno calcolate nella Valutazione Cognitiva di CogniFit.

Eccellente

8.5% al di sopra della media

Pianificazione

La pianificazione è la capacità di organizzare mentalmente il modo migliore di raggiungere un obbiettivo in futuro, come quando ci organizziamo una storia in testa per poterla raccontare in seguito. Attività per valutare la Pianificazione:

Le attività di valutazione neuropsicologica sono basate su vari test classici, tra i quali, il Tower of London (TOL), la Visual Organisation Task (VOT), il Test of Memory Malingering (TOMM) e la prova dei Cubi di Corsi della Wechsler Memory Scale (WMS). Anticipare i nostri movimenti agli stimoli e fermarsi a pensare come organizzare le nostre risposte, è essenziale per ridurre il numero di errori e risolvere correttamente le attività di CogniFit che misurano la pianificazione.

643Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Velocità di Elaborazione

La velocità di elaborazione è la capacità di elaborare informazioni in modo rapido e automatico. Attività per valutare la Velocità di elaborazione:

CogniFit misura la velocità di elaborazione attraverso una gran diversità di test, che sono stati basati sul Continuous Performance Test (CPT), su alcune prove della Wechsler Memory Scale (WMS), sul Test of Variables of Attention (TOVA), sulla Visual Organisation Task (VOT), sul Test of Memory Malingering (TOMM), sul Tower of London (TOL), sulla NEPSY, sul Test Stroop e sul Wisconsin Card Sorting Test (WCST). Il tempo che impieghiamo nell'elaborare ed analizzare gli stimoli con i quali dobbiamo interagire sarà cruciale quando dovremmo realizzare queste attività.

672Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Flessibilità Cognitiva

La Flessibilità Cognitiva o Flessibilità Mentale è la capacità di adattare la nostra condotta e il nostro pensiero a situazioni nuove, mutevoli o inaspettate. Attività per valutare la Flessibilità cognitiva:

Le attività di CogniFit che misurano la flessibilità cognitiva si ispirano a differenti test classici neuropsicologici: il Test di Stroop, Continous Performance Test (CPT) e Wisconsin Card Sorting Test (WCST), che permettono di valutare accuratamente la capacità che ha l'utente di adattarsi all'ambiente e ai relativi cambiamenti.

741Il tuo punteggio

400Media per la tua età

Attività di valutazione contenute

Le nostre valutazioni cognitive digitali

I test digitali CogniFit sono progettati per misurare aree cognitive specifiche e sono raggruppati insieme per formare batterie personalizzate basate sui requisiti unici del disegno dello studio e della popolazione. Scopri di più sui nostri diversi test e su come possono supportare le esigenze specifiche del tuo studio esplorando i dettagli e le demo di seguito.

Prova di maschiatura

Il test di Velocità REST-HECOOR si ispira al classico Finger Tapping Test della batteria di valutazione NEPSY (Korkman et al., 1998). Il partecipante al test deve premere il maggior numero di volte possibile per 10 secondi e nel minor tempo possibile con il mouse, o con il dito se si utilizza un dispositivo touch screen, su un'area definita dello schermo. I dati vengono raccolti come numero di clic durante il tempo assegnato, numero di clic all'interno dell'area definita e numero di clic al di fuori dell'area definita.

Test di vigilanza psicomotoria

Il Test di Risoluzione REST-SPER è stato ispirato dai paradigmi classici del Go/No Go Task (Gordon &; Caramazza, 1982), del Continuous Performance Test (Conners, 1989; Epstein et al., 2001) e del Psychomotor Vigilance Task (Dinges &; Powell, 1985). L'esaminatore deve cliccare rapidamente sui cerchi che compaiono sullo schermo e ignorare gli esagoni, se compaiono. Nel compito ci sono 16 elementi di soli cerchi e 8 elementi di cerchi ed esagoni. Per ogni item, vengono raccolti dati sul tempo di risposta, sull'accuratezza della risposta e sulla distanza dal cursore al centro dell'obiettivo.

Test di congruenza numerica

Il test di elaborazione REST-INH si ispira al classico test di Stroop (Stroop, 1935). Al partecipante viene chiesto di cliccare sul più grande dei due cerchi, indipendentemente dal numero che si trova al loro interno, ignorando il testo che può apparire in alto al centro dello schermo. Al partecipante viene quindi chiesto di premere il numero più alto, indipendentemente dalle dimensioni del cerchio in cui è scritto il numero.

Test di estensione delle cifre

Il test di sequenziamento WOM-ASM si basa sul classico test delle cifre dirette e indirette della WAIS-III (Wechsler, 1997). L'esaminando deve ricordare e riprodurre sequenze numeriche sempre più lunghe, che appaiono sullo schermo cifra per cifra. Il compito inizierà con una sequenza di due numeri.

Test di stima del tempo

Il test di Stima EST-II si basa sul Duration Pattern Test (DPT) (Frota & Pereira, 2003). All'esaminando viene chiesto di interrompere uno stimolo uditivo in corso per riprodurre l'esatta durata del modello presentato in precedenza. Nella prima parte del compito, un'animazione accompagna lo stimolo. Durante la seconda parte del compito, lo stimolo rimane fermo.

Test di coordinazione occhio-mano Traiettoria fissa e direzione prevedibile

Il test di Sincronizzazione UPDA-SHIF si basa sul Vienna Test System (VST) (Whiteside, 2002). In questo compito si chiede all'esaminando di seguire con attenzione e precisione una palla che si muove lungo una traiettoria. Viene presa in considerazione la distanza in pixel tra il centro della sfera e il cursore spostato dall'utente.

Prova del labirinto

Il test di concentrazione VISMEM-PLAN si basa sul block-tapping test di Corsi (Corsi, 1972; Kessels et al., 2000; Wechsler, 1945). Nella prima parte del compito, vengono illuminati alcuni cerchi, all'interno di un insieme fisso di cerchi. L'esaminando deve memorizzare quali cerchi sono stati illuminati e poi cercare di riprodurre la sequenza nell'ordine corretto. Nella seconda parte del compito, si aggiunge un ritardo di 4 secondi tra la prima e la seconda schermata, per aumentare il tempo a disposizione dell'utente per trattenere le informazioni.

Prova di memoria visiva

Il test di Riconoscimento WOM-REST si basa sui test classici di Ricerca dei Simboli (WAIS) (Wechsler, 1997), sul Wisconsin Card Sorting Test (WCST) (Heaton, 1981) e sul Raven's Progressive Matrices Test (Raven, 1936). In questo compito, una sequenza di tre oggetti viene presentata al centro dello schermo. L'esaminando deve memorizzare questi stimoli su un primo schermo e riconoscerli tra quattro sequenze di tris su un secondo schermo. Il numero di risposte corrette viene preso in considerazione per calcolare una percentuale di precisione.

Prova Stroop

Il test di equivalenza INH-REST si basa sul classico test di Stroop (Stroop, 1935). Al partecipante viene chiesto di premere la barra spaziatrice (go) solo se i nomi dei colori sullo schermo sono stampati nel colore corrispondente e di astenersi dal premere (no go) se il colore delle lettere non corrisponde al nome del colore stampato.

Test di coordinazione occhio-mano Direzione multidirezionale e imprevedibile

Il test di coordinazione HECOOR si ispira al classico Trail Making Test (Reitan, 1955) e al Vienna Test System (Whiteside, 2002). Il partecipante al test deve seguire, con il mouse (o con un joystick digitale sullo schermo, se si utilizza un dispositivo mobile), una palla che si muove lungo un percorso indeterminato.

Test di durata della memoria di lavoro visiva

Il test di concentrazione VISMEM-PLAN si basa sul block-tapping test di Corsi (Corsi, 1972; Kessels et al., 2000; Wechsler, 1945). Nella prima parte del compito, vengono illuminati alcuni cerchi, all'interno di un insieme fisso di cerchi. L'esaminando deve memorizzare quali cerchi sono stati illuminati e poi cercare di riprodurre la sequenza nell'ordine corretto. Nella seconda parte del compito, si aggiunge un ritardo di 4 secondi tra la prima e la seconda schermata, per aumentare il tempo a disposizione dell'utente per trattenere le informazioni.

Prova di denominazione

Il test di decodifica VIPER-NAM è stato ispirato dal Boston Naming Test (Kaplan et al., 1983) e dal test di vocabolario WAIS-III (Wechsler, 1997). L'esaminatore deve cliccare sulla prima lettera del nome dell'oggetto presentato, tra le quattro lettere visualizzate sullo schermo. Ad esempio, nel caso dell'immagine di una "Mela", l'esaminatore deve cliccare sulla lettera "M", ma non sulle tre risposte errate (C, P, A) che appaiono sullo schermo.

Test di memoria lessicale multimodale

Il test di identificazione COM-NAM si basa sulla prova di denominazione di Boston Naming Test (Kaplan et al., 1983) e sul WAIS-III Vocabulary Test (Wechsler, 1997). Per ogni oggetto visualizzato, l'esaminando deve scegliere tra tre possibilità: 1) l'oggetto è presentato per la prima volta nel compito, 2) l'ultima volta che l'oggetto è apparso è stato letto ad alta voce, oppure 3) l'ultima volta che l'oggetto è apparso è stato presentato come un'immagine.

Test di memoria lessicale

Il test di indagine REST-COM si è basato sul classico Boston Naming Test (Kaplan et al., 1983), sul WAIS-III Vocabulary Test (Wechsler, 1997), sull'Attention Variables Test (Greenberg et al., 1996) e sul Rey Auditory Verbal Learning Test (Schmidt, 1994). Viene mostrata una serie di oggetti. In una nuova serie di oggetti, il partecipante al test deve riconoscere solo gli oggetti mostrati in precedenza. Questa nuova serie può essere presentata sotto forma di immagini o di parole.

Test di stima della velocità

Il test di stima EST-I è ispirato al Biber Cognitive Estimation Test (Goldstein et al., 1996). Nella prima parte, l'esaminando deve determinare quale delle due palle si muove più velocemente. Nella seconda parte, viene aggiunta un'altra pallina. Nella terza parte, viene aggiunta una quarta pallina e l'esaminando deve indicare quale pallina si muove due volte più velocemente della pallina rossa. Nella quarta parte, osservando quattro palline che si muovono lungo quattro percorsi diversi, l'esaminando deve determinare il più rapidamente possibile quale pallina raggiungerà per prima il centro.

Test di stima della distanza

Il test di stima EST-III si basa sul Biber Cognitive Estimation Test (Goldstein et al., 1996). La prima parte consiste nell'indicare quale oggetto sullo schermo è più lontano dall'utente. La seconda parte consiste nell'indicare quale oggetto è più lontano da una palla rosa. La terza parte consiste nell'indicare quali due oggetti si trovano alla stessa distanza dalla palla rosa. La quarta parte consiste nell'indicare quale oggetto non si trova alla stessa distanza dalla palla rosa. Infine, la quinta parte consiste nell'indicare quale delle immagini presenta una disposizione spaziale degli oggetti diversa da quella del modello.

Test di attenzione divisa

Il test di simultaneità DIAT-SHIF è derivato dal classico test di Stroop (Stroop, 1935), dal Vienna Test System (Whiteside, 2002) e dal Test delle Variabili di Attenzione (Greenberg et al., 1996). Il soggetto deve seguire con precisione una palla che si muove e ruota in tutte le direzioni sullo schermo, eseguendo contemporaneamente una variante del test di Stroop.

Cervello e capacità cognitive

Cervello e capacità cognitive

Le capacità cognitive sono strettamente relazionate alle diverse parti del cervello, che lavorando insieme ci rendono efficaci nelle nostre attività quotidiane. Attualmente viene considerato un errore localizzare o posizionare le funzioni cognitive in parti specifiche del cervello, poiché la maggior parte dei processi cognitivi richiedono l'attività combinata e coordinata di diverse aree del cervello in patroni di attività concreti. Tuttavia, gli studi lesionali forniti dalla letteratura scientifica neuropsicologica mostrano che alcune aree del cervello sono molto coinvolte e legate a determinate abilità cognitive:

1 Attenzione

Le lesioni che colpiscono la formazione reticolare del tronco encefalico possono provocare il coma nel paziente, poiché questa struttura è strettamente correlata all'intensità dell'attenzione. L'attenzione esogena è correlata al lobo parietale destro e, se danneggiato, può manifestarsi la eminegligenza. Infine, la corteccia prefrontale ha un ruolo essenziale nel controllo dell'attenzione e nella concentrazione; così, quando c'è un deficit relativo a questa struttura, la capacità di prestare attenzione è alterata.

2 Percezione

La maggior parte degli studi si sono concentrati sulla percezione visiva e sulla percezioni uditiva. La percezione visiva coinvolge i lobi occipitali e parietali; mentre impieghiamo il lobo temporale per elaborare le informazioni uditive. Sebbene la quantità di letteratura scientifica dedicata ad altri sensi, come il tatto, l'olfatto o il gusto sia inferiore, è sufficiente per affermare che il lobo parietale è anche responsabile dell'informazione tattile, mentre l'olfatto è interpretato nel bulbo olfattivo e nella corteccia piriforme. Infine, la percezione gustativa coinvolge le aree del lobo parietale, dell'insula, la corteccia orbitofrontale o la corteccia cingolata.

3 Memoria

L'ippocampo è l'area cerebrale più legata alla memoria, ed è anche una delle strutture più studiate nei casi di pazienti con epilessia. Uno dei casi più famosi e che ha fornito maggiori informazioni allo studio della memoria e dell'ippocampo è stato il caso del paziente H.M. Ad ogni modo, l'ippocampo non è l'unica area del cervello relazionata con la memoria, ma lavora anche in relazione con molte altre parti del nostro cervello, come per esempio la corteccia prefrontale.

4 Funzioni Esecutive

Le Funzioni Esecutive hanno una stretta relazione con la corteccia prefrontale (soprattutto con la porzione dorsolaterale). Infatti, questa serie di abilità cognitive è diventata nota come "Funzioni prefrontali". Inoltre, richiede anche strutture come la corteccia cingolata anteriore per eseguire correttamente tutte le sue funzioni cognitive.

5 Coordinazione

La coordinazione include le aree cerebrali relazionate con l'attività motoria, come la corteccia frontale e i gangli basali, così come le strutture direttamente responsabili della precisione e dell'armonia dei movimenti, come il cervello. Le lesioni di questa struttura tendono a provocare l'incapacità di muovere alcune parti del corpo, o producono movimenti movimenti irregolari e non coordinati.

Servizio al cliente

Servizio al cliente

Se hai domande sul funzionamento, la gestione o l’iterpretazione dei dati delle nostre Valutazioni, puoi contattarci inmediatamente. Il nostro team di professionisti risolverá i tuoi dubbi e sará a tua completa disposizione.

Contattaci Ora

Riferimenti scientifici

Riferimenti scientifici

[1] Lubrini, G., Periáñez, J.A., & Ríos-Lago, M. (2009). Introducción a la estimulación cognitiva y la rehabilitación neuropsicológica. En Estimulación cognitiva y rehabilitación neuropsicológica (p.13). Rambla del Poblenou 156, 08018 Barcelona: Editorial UOC. Shatil E (2013). ¿El entrenamiento cognitivo y la actividad física combinados mejoran las capacidades cognitivas más que cada uno por separado? Un ensayo controlado de cuatro condiciones aleatorias entre adultos sanos. Front. Aging Neurosci. 5:8. doi: 10.3389/fnagi.2013.00008. Korczyn dC, Peretz C, Aharonson V, et al. - El programa informático de entrenamiento cognitivo CogniFit produce una mejora mayor en el rendimiento cognitivo que los clásicos juegos de ordenador: Estudio prospectivo, aleatorizado, doble ciego de intervención en los ancianos. Alzheimer y Demencia: El diario de la Asociación de Alzheimer de 2007, tres (3): S171. Shatil E, Korczyn dC, Peretz C, et al. - Mejorar el rendimiento cognitivo en pacientes ancianos con entrenamiento cognitivo computarizado - El Alzheimer y a Demencia: El diario de la Asociación de Alzheimer de 2008, cuatro (4): T492. Verghese J, J Mahoney, Ambrosio AF, Wang C, Holtzer R. - Efecto de la rehabilitación cognitiva en la marcha en personas mayores sedentarias - J Gerontol A Biol Sci Med Sci. 2010 Dec;65(12):1338-43. Evelyn Shatil, Jaroslava Mikulecká, Francesco Bellotti, Vladimír Burěs - Novel Television-Based Cognitive Training Improves Working Memory and Executive Function - PLOS ONE July 03, 2014. 10.1371/journal.pone.0101472. Gard T, Hölzel BK, Lazar SW. The potential effects of meditation on age-related cognitive decline: a systematic review. Ann N Y Acad Sci. 2014 Jan; 1307:89-103. doi: 10.1111/nyas.12348. 2. Voss MW et al. Plasticity of brain networks in a randomized intervention trial of exercise training in older adults. Front Aging Neurosci. 2010 Aug 26;2. pii: 32. doi: 10.3389/fnagi.2010.00032.

Inserisci il tuo indirizzo email