Sccegli la piattaforma e compra
Prova un mese gratuito di carica con 10 licenze.
Per cos é l' account?
Registrati
loading

Facendo clic su Iscriviti o usando CogniFit, dichiari di aver letto, compreso e accettato i Termini di CogniFit & le Condizioni di Politica di Privacy

Alzheimer - Cosa Succede al Cervello?

Alzheimer - Cosa Succede al Cervello?

Il morbo di Alzheimer (AD) colpisce la memoria, il pensiero e il comportamento delle persone piú anziane. La malattia progredisce inesorabilmente, causando agli individui la predita graduale delle conoscenze apprese nel corso della vita e impedisce di ricordare con with recall anche le cose piú semplici e le attivitá giornagliere. Nonostante la maggior parte degli studiosi creda che questa malattina non é parte del processo di invecchiamento normale, il dibattito sulla questione é ancora aperto.

Il morbo di Alzheimer colpisce una grossa parte del cervelloo.Inizia interrompendo il modo in cui le cariche elettriche viaggiano nelle cellule, nonché l'azione dei neurotrasmettitori. Questo provoca una disfunzione nella comunicazione tra le cellule nervose, influenzando cosí le varie funzioni del cervello.

L'altro effetto del morbo di Alzheimer sul cervello é che distrugge il tessuto nervoso in tutto il cervello. Questo si traduce alla fine in un cervello ridotto drasticamentein cui sono compromesse quasi tutte le funzioni. Il restringimento é grave nella parte del cervello nota come ippocampo - che é responsabile memoria di lavoro della formazione di nuovi ricordi. Altri notevoli cambiamenti vengono prodotti nel cervello dal morbo di Alzheimer come l' avvizzimento della corteccia, che danneggia le parti responsabili del pensare, del ricordare pe del pianificare. Crescono spazi nel cervello pieni di liquido e di ventricoli.

Attraverso il microscopio, si nota che con l'Alzheimer i tessuti sono poche cellule nervose e le sinapsi del cervello sano si sono ridotte. Ci sono anche gruppi anormali di frammenti di proteine, chiamati placche, che si accumulano tra le cellule nervose, come grovigli nelle cellule nervose morte o morenti. Sono costituiti da fili ritorti di un'altra proteina. Sia i grovigli che le placche sono considerate la causa principale della perdita di tessuto e della morte delle cellule nel cervello di una persona affetta da Alzheimer. Quando si formano grovigli nel cervello, le tracce scompone e si frantuma, interruzione della fornitura di sostanze nutritive e di altri alle cellule, che porta alla loro morte. Placche dall'altro sono per lo piú formate da beta-amiloide che blocca i segnali da una cella all'altra a sinapsi.

Quand il morbo di Alzheimer progredisce queste placche e grovigli inizieranno a la diffondersi nella corteccia. Partono dalle aree del cervello che costituiscono la memoria, la pianificazione, il pensare e l'imparare prima di passare al parlare e al capire e settori connessi con gli aspetti di rilevamento intorno all'individuo. In fasi gravi, la corteccia é danneggiata e l'ampia diffusione di cellule morte puó causare il restringimento del cervello.

Il tasso di progressione della malattia varia da un paziente all'altro, con un po 'di vita e di media di 8 anni, mentre altri sopravvivono per un massimo di 20 anni. Diversi aspetti influirá anche la progressione della malattia, comprese le condizioni sanitarie esistenti e l'etá quando la malattia viene diagnosticata.

Inserisci il tuo indirizzo email